Seguici su

News NBA

NBA, David Robinson sulla situazione Spurs-Leonard

Dopo che sulla trade Leonard-DeRozan è stato detto tutto il possibile, scende in campo David Robinson, parlando del rapporto tra gli Spurs e Kawhi

david robinson

È già passata una settimana dalla trade che ha sconvolto il pianeta intero e ha aperto un milione di polemiche.
Dopo aver parlato in tutte le salse dello scambio che ha coinvolto DeMar DeRozan e Kawhi Leonard, ha voluto esprimere la sua opinione sull’argomento niente poco di meno che David Robinson.
L’ex centro dei San Antonio Spurs, membro della Naismith Hall of Fame dal 2009, ha arricchito il dibattito sulla situazione di estrema tensione che ha portato al divorzio tra gli speroni e Leonard. Ecco le sue parole:

Leonard è un ragazzo difficile da capire. È difficile provare a farsi un’idea della sua persona. San Antonio è famosa per il modo in cui si prende cura dei suoi giocatori, anche troppo a volte. Mi riferisco, ad esempio, alle volte in cui viene criticata la scelta di tenere a riposo alcuni ragazzi. Adesso, all’improvviso, salta fuori un ragazzo che dice che gli è stata messa pressione addosso per scendere in campo, ed è difficile che le cose siano andate così. Non è costume di San Antonio far correre ai propri giocatori dei rischi dal punto di vista fisico. […] Resta il fatto che se un ragazzo non è più contento dove si trova, è giusto che abbia la possibilità di andarsene. Penso che il coach degli Spurs, Gregg Popovich, e il GM R. C. Buford, abbiano svolto un ottimo lavoro a incontrarsi per discutere delle necessità della squadra nel futuro. Penso che la squadra riuscirà a ripartire e che possa ritenersi soddisfatta per l’accordo ottenuto: il team continuerà a crescere e a migliorarsi.”

Prima di concludere l’intervista, Robinson ha voluto rimarcare ancora una volta quanto Leonard sia introverso e quanto lui stesso abbia faticato a stabilire un’interazione con lui nel corso degli anni:

È un ragazzo complicato, molto riservato. Ho provato a dialogare con lui in diverse occasioni e non ho mai ricevuto alcun tipo di risposta da parte sua. Penso che durante tutto il periodo in cui è stato a San Antonio, avrò parlato con lui solo qualche volta, e potrei contare sulle dita di una mano le parole che mi ha realmente rivolto.”

 

Leggi anche:

NBA, parole di fuoco tra Kevin Durant e CJ McCollum

Mercato NBA: Noah Vonleh ai New York Knicks

NBA, il mercato secondo Durant:”LeBron? Mossa perfetta.”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA