Seguici su

Mercato NBA 2018

NBA: Knicks già con la testa all’estate 2019; si punta Kyrie Irving?

NY vuole uscire dall’attuale mediocrità

Knicks

I New York Knicks sono – come spesso è accaduto negli ultimi vent’anni – nel limbo della mediocrità. La squadra, tolto Kristaps Porzingis, non ha veri asset – tranne forse Frank Ntilikina -, né giocatori di alto profilo – a parte Enes Kanter e Michael Beasley, almeno nella metà campo offensiva -. Il limbo di NY è il risultato dell’ennesima tornata di pessime scelte dirigenziali – dal caso Phil Jackson alle firme a cifre del tutto fuori mercato di Tim Hardaway Jr. e Joakim Noah – e di scelte al Draft mai risolutive.

Ora il front office dei Knicks, che non si accaparrano un top player sul mercato dai tempi dell’esperimento fallito con Amare Stoudemire e da quello più riuscito – ma ugualmente controverso – con Carmelo Anthony, vuole puntare forte su nomi di primo livello per uscire dall’impasse. Il primo big name sull’agenda di NY sarebbe quello di Kyrie Irving, point guard superstar dei Boston Celtics.

Knicks: ripartire da Irving?

Secondo il New York Daily News, i Knicks avrebbero pensato a Irving perché intenzionati a fare un deciso salto di qualità nel reparto esterni e perché intrigati dall’idea di formare una delle coppie guardia-lungo potenzialmente più pericolose della NBA con Porzingis. Irving ha passato l’ultima parte della stagione con i Celtics da infortunato e ha visto dalla panchina l’esplosione ai Playoff di Terry Rozier, sua riserva. È molto difficile che i Celtics decidano di privarsi del proprio investimento più importante degli ultimi anni, soprattutto dopo una sola stagione (incompleta). Ma voci di corridoio vorrebbero l’ex Cavs “incedibile con riserve”.

I Knicks rimarranno alla finestra, provando a intavolare qualche trade già in estate. L’orizzonte temporale, però, è quello dell’estate 2019, in cui Irving potrebbe diventare free agent (ha una player option). New York, a fari spenti, potrebbe continuare a seguire l’evoluzione del percorso di Kyrie in biancoverde, per poi andare all in tra un anno, magari con un roster già di per sé più solido e spendibile di quello di oggi.

 

Leggi anche:

LeBron ai Lakers? Figlio iscritto a una scuola di Los Angeles

Leonard incontra Popovich: rinnovo con gli Spurs vicino?

Thaddeus Young diventerà free agent

News NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Mercato NBA 2018

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.