Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA, LeBron James su Gara 3: “Non possiamo abbassare la guardia”

Il Prescelto fa la voce grossa alla vigilia di Gara 3, conscio del fatto che ai suoi Cavs potrebbe non bastare il fattore campo per portare la serie sul 2-1

Il soggiorno sulla Baia dei Cleveland Cavaliers è finalmente giunto al termine ed ora LeBron e compagni sono pronti a tornare tra le mura amiche della Quicken Loans Arena, per giocarsi il tutto per tutto nella fatidica Gara 3 delle NBA Finals.

Nonostante infatti le prime due partite della serie siano state molto più combattute del previsto – specialmente l’ormai leggendaria Gara 1 – i Cavs si trovano ugualmente a rincorrere gli avversari, che come per gli scorsi due anni sono riusciti nell’impresa di aggiudicarsi entrambe le partite casalinghe. La franchigia dell’Ohio però è nota cambiare completamente faccia quando si tratta di giocare davanti ai propri tifosi, come dimostra l’8-1 conquistato in casa durante tutti questi Playoff, cosa che però non lascia ugualmente tranquillo King James:

“Abbiamo sicuramente un’opportunità importante in casa, dove solitamente giochiamo davvero un buon basket. Nonostante questo però non possiamo permetterci di abbassare la guardia, dobbiamo rimanere vigili ancor più di quanto fatto in Gara 1 e 2.”

Queste le prime parole del Prescelto, che poi conclude il discorso dicendo:

“Non possiamo pensare di avere alcun vantaggio. Giocare in casa non significa potersi rilassare, specialmente contro questa squadra, che ha provato di poter vincere in qualsiasi campo e in qualsiasi modo possibile.”

Un discorso sicuramente di un certo peso quello tenuto da LBJ, speranzoso di aver trasmesso tali ideali anche ai propri compagni, chiamati necessariamente ad uno step-up per provare a rincorrere la prima vittoria di squadra in queste NBA Finals.

Per quanto però potranno fare “gli altri”, tutto l’Ohio sarà ancora una volta irrimediabilmente sulle spalle del 23, che in questi PO viaggia a 39 punti, 9.7 rimbalzi e quasi 9 assist di media dopo una sconfitta, forte inoltre di un record in carriera di 3 vittorie e 4 perse quando sotto 2-0 in una serie di Playoff (l’ultima W risale alla precedente sfida contro i Boston Celtics, vinta in gara 7 dopo aver perso le prime due partite al Garden).

 

Leggi anche:

NBA: LeBron James nella storia delle NBA Finals

NBA, Kevin Durant e la scelta di Golden State

NBA Finals, Andre Iguodala potrebbe tornare in Gara 3

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers