Seguici su

Boston Celtics

NBA: McGrady: “I Celtics sono i Warriors dell’Est”

Per l’ex star NBA i Celtics domineranno la Eastern Conference negli anni a venire

McGrady

I Boston Celtics di Brad Stevens, arrivati a un soffio dalle Finali NBA (sconfitti 4-3 nelle Eastern Conference Finals dai Cleveland Cavaliers di un LeBron James monumentale), hanno uno dei roster più futuribili dell’intera lega. I biancoverdi hanno sempre più fan tra gli analyst e gli addetti ai lavori di Oltreoceano, tra i quali anche Tracy McGrady – ex stella di Orlando Magic e Houston Rockets – al momento analista tecnico per ESPN.

McGrady profetico

Queste le dichiarazioni rilasciate da McGrady in una recente intervista:

“I Celtics saranno per l’Est quello che i Warriors sono per l’Ovest. Non è certo che Marcus Smart resti, ma l’anno prossimo avranno in ogni caso un roster profondissimo: non è neanche semplice immaginare quale possa essere il loro starting five. È possibile che uno tra Tatum o Brown debba partire dalla panchina, tanto sono pieni di talento nei primi cinque-sei uomini della rotazione.”

E ancora:

“Non che la panchina sia da meno in prospettiva. Credo che Stevens debba lavorare in modo simile a quanto fatto da Gregg Popovich ai tempi degli Spurs migliori. Quella era una squadra con un talento quasi sovrabbondante. E penso che il paragone coi Celtics attuali ci stia tutto. Stevens potrà gestire la profondità a disposizione ed evitare di dare più di 30-35 minuti a giocatore.”

In effetti, un’ipotetica rotazione a otto costituita da – in ordine rigorosamente alfabetico – Brown, Hayward, Horford, Irving, Morris, Rozier, Smart (da rifirmare, come segnalato da McGrady), Tatum sarebbe forse la seconda migliore della NBA dopo quella – guarda un po’ – proprio dei Warriors.

Mancherebbe un rim protector. Un Anthony Davis (di cui si è già parlato più volte in passato in ottica trasferimento ai Celtics), per dire. Boston le fiches per arrivare a The Brow le avrebbe pure. Dovesse farcela – evenienza dalla complicatissima realizzazione – allora sì il guanto di sfida ai Warriors sarebbe lanciato una volta per tutte.

 

Leggi anche:

Ainge: “Con Irving e Hayward saremo molto più forti”

Durant: “Pronto ad affrontare LeBron”

Love è in dubbio per Gara 1 delle Finals

News NBA

Commento

Commento

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisement
    Advertisement
    Advertisement

    Altri in Boston Celtics