Seguici su

New Orleans Pelicans

Blazers, Lillard sulla difesa Pelicans: “Mi stanno sfiancando”

I New Orleans Pelicans sono in vantaggio 3-0 nella serie Playoff con i Portland Trail Blazers, grazie soprattutto a un’eccellente difesa su Lillard e McCollum

Lillard

La serie di primo turno dei Playoff 2018 tra Portland Trail Blazers e New Orleans Pelicans doveva essere una delle più equilibrate del round. I Pelicans, finiti sesti a Ovest in regular season con un record di 48 vittorie e 34 sconfitte, hanno invece trovato il modo – abbastanza sorprendentemente – di mettere in crisi i Blazers (terzi in stagione regolare con appena una vittoria in più degli avversari di serie) dalla prima palla a due. La serie è sul 3-0 a favore della banda di coach Alvin Gentry. New Orleans ha messo in mostra, in particolare, una difesa di alto livello, focalizzata sugli esterni. Leggi: su Damian Lillard e CJ McCollum.

La batteria di guardie di coach Gentry – guidata da Jrue Holiday e Rajon Rondo – ha mandato fuori giri le due star dei Blazers in tutte e tre le partite disputate. Lillard, in particolare, sta disputando una serie complessissima. Il leader di Portland, che ha messo a referto ben 27 punti di media in stagione regolare, è sceso a 18 nelle tre sfide coi Pelicans. La point guard ha parlato in queste ore della situazione, senza giri di parole.

Lillard-drama

Queste le dichiarazioni di Lillard, rilasciate all’Oregonian:

“Stanno giocando meglio di noi, non abbiamo scuse. Siamo entrati nella serie con dei trend opposti. Noi abbiamo giocato bene il terzo quarto della regular season, poi ci siamo persi nel finale. Loro invece hanno chiuso la stagione regolare alla grandissima. Sono più in palla di noi. Ai Playoff si dovrebbe tentare di uscire dai momenti difficili, per ripartire da zero. Noi non siamo stati in grado di farlo.”

E ancora, focalizzandosi di più sulla difesa di Jrue Holiday, Anthony Davis e compagnia:

“I Pelicans, in difesa, hanno uno stile molto preciso e insolito. Sui pick-and-roll sono abituato a rimanere in uno contro uno, dopo lo show difensivo del lungo avversario. Loro invece rimangono in due attaccati al portatore di palla, a costo di lasciare liberi i nostri centri e le nostre ali. Mi costringono, in sostanza, a dar via il pallone anche quando non vorrei. Non credo di aver mai visto quest’idea di marcatura portata così all’estremo in modo tanto efficace: è come se ogni volta mi dovessi scontrare con due o tre strati difensivi.” 

Lillard al momento ha più palle perse (15) che assist (13) e sta tirando con un pessimo 33% dal campo. Come noto, nessuna squadra NBA ha mai rimontato da uno svantaggio di 0-3 nei Playoff. Se i Blazers vogliono provare ad avere almeno mezza chance, Lillard deve trovare il modo di, per usare le sue stesse parole, uscire dal momento difficile. Per ripartire da zero. E da una vittoria in Gara 4 (che si gioca domani notte).

 

Leggi anche:

Pelicans, coach Gentry: “Jrue Holiday è uno dei migliori two-way player della NBA”

Anthony Davis: “Vincere Gara 1 mi ha tolto un peso dalle spalle”

Warriors, ancora lontano il rientro per Steph Curry

News NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in New Orleans Pelicans