Seguici su

Curiosità

NBL, Australia: “Pronti ad accogliere prospetti Draft NBA”

Per i prospetti giovani si apre una nuova strada in ottica Draft

A livello collegiale, marzo è il mese più caldo dell’anno – March Madness vi dice qualcosa? I numerosi scandali saliti alle cronache nelle ultime settimane hanno però messo in cattiva luce la NCAA, autentica macchina genera-proventi (1 miliardo di ricavi nell’anno solare 2017).

A LaVar Ball, che qualche mese fa aveva lanciato il progetto Junior Basketball League come alternativa al college, fa seguito la proposta avanzata nella giornata di oggi da Jeremy Loeliger, CEO della National Basketball League, lega australiana.

Il progetto denominato “Next Stars” prevede un compenso fino a 78.000 mila dollari e, nelle intenzioni della NBL, dovrebbe aiutare i giovani talenti  ad aprirsi una strada verso il professionismo:

“La NBL è considerata una delle migliori leghe del mondo e questa iniziativa darà a queste stelle nascenti la possibilità di farsi un nome nel percorso per essere scelti al Draft ed entrare nella NBA.”

La strada, per intenderci, sarebbe analoga a quella già battuta da Terrance Ferguson, attualmente in forza agli Oklahoma City Thunder, che lo selezionarono con la ventunesima chiamata all’ultimo Draft, dopo un anno proprio in Australia:

“Come ha dimostrato Terrance Ferguson ci sono svariati giocatori  che, per qualsiasi ragione, non saranno parte del sistema collegiale statunitense, ma che hanno aspirazioni a livello NBA e sono abbastanza bravi da poter essere scelti. Questo darà loro la possibilità di svilupparsi in una lega di livello mondiale e avanzare la propria candidatura per la NBA.”

 

Leggi anche:

Pelicans sollievo e sorrisi, Davis: “Cousins mi ha chiesto un tendine d’Achille”

Carmelo Anthony fra i 20 migliori marcatori all-time

Bradley Beal: l’apprendista stregone

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità