Seguici su

Boston Celtics

Ainge: “Irving? Dovevo il suo arrivo a Horford e Hayward”

I Celtics, coi nuovi Big Three, mirano in alto

Ainge

Il general manager dei Boston Celtics, Danny Ainge, è tornato sulla trade che ha portato Kyrie Irving in biancoverde in cambio di Isaiah Thomas e della preziosissima prima scelta al Draft 2018 dei Brooklyn Nets:

Dato che abbiamo preso Al Horford la scorsa offseason e Gordon Hayward in questa, sentivo la responsabilità di dare a entrambi una vera chance di arrivare fino in fondo. Quella pick dei Nets potrebbe trasformarsi in un giovane molto interessante. Ma parleremmo comunque, con ogni probabilità, di un centro di 19 anni che avrebbe bisogno di un paio di stagioni per trasformarsi in giocatore franchigia. 

E, parlando di Irving nello specifico, ha aggiunto:

Kyrie rappresenta qualcosa di concreto e tangibile: ha 25 anni ed è in grado di giocare ad altissimo livello da subito, come ha già ampiamente dimostrato. Credo che Al e Gordon, e anche coach Stevens, concordino con questa visione delle cose. Dovremmo avere più spazio, in prospettiva, pure per far crescere i giovani che abbiamo già a roster: Jayson Tatum e Jaylen Brown potranno migliorare in un contesto più solido. Crediamo che anche Terry Rozier, Marcus Smart e Marcus Morris abbiano ancora ampi margini di miglioramento. Abbiamo posto le basi per tenere questo roster insieme per un pezzo; è un roster giovane e forte.

Più che chiaro. Mr. Ainge crede al 100% nei nuovi Celtics che ha appena finito di costruire. Ora la palla passa ai giocatori.

NEWS NBA

Commento

Commento

  1. Roberto Pesce

    01/10/2017 14:21

    Poco rispettoso nei confronti di IT… Non mi piace questo business che passa sottesa a tutto e tutti. IT non si merita queste parole !!

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics