Seguici su

Ncaa

Torneo NCAA 2017: Second Round

Arriva il Second Round, e con esso le sorprese che caratterizzano il torneo NCAA: addio sogni di gloria per Villanova, Duke e Louisville.

 

Come anticipato è nella parte East del tabellone che assistiamo agli eventi di maggiore portata: fuori #1 Villanova surclassata 65-62 da #8 Wisconsin, il cui assegnamento del seed aveva sollevato perplessità da più parti vista la bontà del roster e l’ormai abitudine a viaggiare ad ottima velocità nel torneo; non sono bastati i 19 punti del leader designato Hart ( 5 palle perse ) per continuare a cullare il sogno del repeat per i Wildcats, abbattuti dai “Big3” di Coach Gard ( 19 punti e 8 rimbalzi per Hayes, 12 punti e 8 rimbalzi per Happ, 17 punti per Koenig ) che ora se la vedranno con #4 Florida nella Sweet-16.

Prova autoritaria per i Gators che anestetizzano l’attacco di #5 Virginia, nota comunque ai più per l’arcigna difesa, chiudendo il match con un 65-39 che non ammette repliche: i Cavaliers pagano percentuali decisamente orribili ( 1 su 15 da tre punti, per un complessivo 16 su 54 al tiro ) e la buona serata di Leon ( 14 punti + 10 rimbalzi ) e Robinson ( 14 punti + 11 rimbalzi ); fatica invece #3 Baylor contro #11 USC ( 82-78 ) a cui non basta un immenso Metu da 28 punti per fermare la corsa dei Bears, trascinati dall’ormai solita doppia doppia di Motley ( 19 punti + 10 rimbalzi ), che in questo torneo NCAA sta legittimando le sue aspirazioni per una chiamata al primo giro del prossimo Draft.

I prossimi avversari di Baylor saranno i Gamecocks di #7 South Carolina che, con 65 punti messi a referto in un secondo tempo da sogno, rimontano i sette punti di deficit pagati nella prima frazione di gioco, estromettendo #2 Duke con il punteggio di 88-81: 1 su 6 al tiro per Kennard ( 11 punti ) e percentuali basse anche per un Allen che mette comunque 20 punti a referto, impotenti dinnanzi al consolidarsi del talento di Thornwell che realizza 24 punti dando la sensazione che una qualche sorta di magia si sia impadronita delle sue giocate; per la stella dei Gamecocks iniziano ad essere spesi paragoni pesanti in termini di torneo NCAA, con alcuni addetti ai lavori che intravedono un parallelismo con il Kemba Walker dell’edizione 2011.

Thornwell esulta, sullo sfondo uno sconsolato Allen. credits: sports.yahoo.com

Thornwell esulta, sullo sfondo uno sconsolato Allen. credits: sports.yahoo.com

 




EAST REGIONAL

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Ncaa

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.