Seguici su

Boston Celtics

Stevens: “Pronti a raddoppiare LeBron in gara 2”

Dilemma tattico in casa Celtics, vista la super-prestazione di LeBron in gara 1

LeBron

Gara 1 delle Finali di Conference tra Boston Celtics e Cleveland Cavs è stata, in buona sostanza, una quasi-passeggiata di salute per la truppa del Prescelto (partita finita 117-104). LeBron ha messo a referto 38 punti in 42 minuti, tirando con un eccellente 14-24 dal campo. Coach Brad Stevens, in vista di gara 2 (sabato mattina 2.30 ora italiana) si è detto pronto ad adeguare la difesa Celtics per contenere lo strapotere offensivo di King James.

STOP THE UNSTOPPABLE

Queste le parole di Stevens (rilasciate a ESPN):

Contro giocatori con l’intelligenza cestistica di LeBron raddoppiare può essere pericoloso. Ma in gara 2 potremmo essere costretti a farlo ugualmente. Si tratta di capire cosa ci convenga: raddoppiare e rischiare di subire triple aperte e di non prendere i rimbalzi difensivi? O rimanere in single coverage e dannarsi cercando di contenerlo e di rendergli la vita difficile? Dobbiamo trovare una soluzione entro brevissimo.

E ancora:

LeBron, chiunque fosse dei nostri a difenderlo, aveva come prima opzione quella di arrivare al ferro. E ci è arrivato molto spesso.

Per chiudere con parole quasi di venerazione (mista a terrore):

Sembra impossibile, ma LeBron è migliorato ancora rispetto a qualche anno fa. E neanche di poco. Non pensavo, quando sono entrato in NBA nel 2013, che potesse aggiungere altre armi al suo arsenale cestistico. E invece lo ha fatto. 

L’unico che è riuscito a limitare in qualche modo James è stato il rookie Jaylen Brown, che ha commentato così:

LeBron è un essere umano. Si allaccia anche lui le scarpe prima della partita come faccio io. Sono disposto a fare qualsiasi cosa in difesa, basta che il coach me lo chieda. Non ho paura e sono pronto a rendere la vita difficile anche a uno come James. 

I Celtics devono sperare che ci riesca davvero. Raddoppiare LeBron, come ipotizzato da Stevens, aprirebbe ampi spazi ai letali tiratori dei Cavs. Kyrie Irving, Kevin Love, Kyle Korver, Channing Frye e compagnia non aspettano altro, dall’alto di un eccezionale 42.6% di squadra da tre nei playoff. Il classico caso, per Boston, in cui la coperta sembra sempre troppo corta, in qualsiasi modo la si rigiri.

NEWS NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics