Seguici su

Curiosità

Breve storia del Thanksgiving Day NBA: le 5 migliori performance ogni epoca

Nomi pesanti in classifica

Prima notte di pausa dopo oltre un mese di stagione regolare NBA 2021-2022. Come ormai consuetudine in occasione del quarto giovedì di novembre, il palinsesto tv sportivo statunitense è monopolio NFL, con tre partite in diretta. La pallacanestro avrà la sua prestigiosa vetrina a Natale. Seppur meno reclamizzato, anche il Thanksgiving Day NBA vanta in realtà una storia gloriosa, protrattasi con varie interruzioni fino a pochi anni fa. Alcune performance individuali sono rimaste negli annali. Andiamo a scoprire assieme le migliori 5 ogni epoca.

Thankgiving Day NBA: le migliori performance all-time

 

5. Elgin Baylor (1961)

Lakers e Hawks erano ai tempi rivali – e che rivali – nella Western Conference. St. Louis ed L.A. si sfidarono il 23 novembre 1961. Elgin Baylor, in quella stessa stagione chiamato a prestare servizio militare, disputò 48 partite. Nel Giorno del ringraziamento segnò 40 punti (con 38 tiri) e raccolse 23 rimbalzi in 43′. I Lakers vinsero 122-114.

4. Andre Miller (2002)

28 novembre 2002. Semplicemente Il professore: 37 punti, 16 assist e la tripla per il supplementare a 4.9 secondi dalla sirena. Il carrer-high, resistito fino ai 52 punti mandati a referto nel gennaio 2010 (overtime anche in quel caso), diede una spinta decisiva per la vittoria dei Los Angeles Clippers sui New Jersey Nets 126-118.

3. Wilt Chamberlain (1960)

Poteva mancare Wilt Chamberlain? Certo che no. Di lì a un paio d’anni avrebbe raggiunto la tripla cifra per punti in gara singola (marzo ’62). Il 24 novembre 1960, contro i Boston Celtics, Chamberlain si accontentò, si fa per dire, del nuovo record per rimbalzi in una partita (55). I punti allora furono 34, ma lo ritroveremo più in alto nella nostra breve rassegna.

2. Oscar Robertson (1963)

Santificare le feste. A modo suo Oscar Roberston lo fece con una delle sue 181 triple doppie di carriera, autentico marchio di fabbrica. Contro Philadelphia riempì il tabellino personale con 38 punti, 16 assist e 11 rimbalzi.

1. Wilt Chamberlain (1964)

Ancora Wilt, dicevamo. Sì, perché nonostante si tratti di una losing effort, i 63 punti, 32 rimbalzi e tre assist a referto contro i 76ers rappresentano a oggi la miglior prestazione ogni epoca nel Thanksgiving Day NBA. Ennesimo record per lui, larger than life. 

 

Leggi anche:

Risultati NBA: Lakers e Nets corsari in trasferta. Phoenix non perde più ma gli Warriors restano primi

Kevin Durant supera Allen Iverson nella classifica marcatori all-time NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Curiosità