Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Jeanie Buss e la scandalosa lettera ricevuta: “Basta ignorare il razzismo”

Ieri Jeanie Buss, owner dei Los Angeles Lakers, ha condiviso una lettera arrivatale da un fan dei Lakers, promuovendo la lotta contro il razzismo e la discriminazione

jeanie buss kobe bryant

Jeanie Buss, owner dei Los Angeles Lakers e figlia dello storico presidente Jerry Buss, si è sempre dimostrata contro il razzismo, promuovendo anche le proteste del movimento Black Lives Matter e difendendo i giocatori che si sono schierati. Venerdì ha condiviso su Instagram una lettera arrivata da un tifoso dei Lakers:

“Cara pu***na, dopo 60 anni da tifoso Lakers, devo mandare all’inferno l’NBA e tutti quei ne**i traditori. Vai all’inferno e raggiungi Kobe Bryant”

La lettera è firmata da un uomo chiamato Joe, il cui cognome è stato oscurato. Jeanie ha commentato nella didascalia, condividendo il suo pensiero con i suoi 150mila follower:

“Dopo averci pensato molto, ho deciso di condividere questa lettera arrivatami lunedì, in modo che tutti possano vedere che l’odio e il razzismo ci sono ancora. A Joe: mandarmi questa lettera ti ha fatto sentire meglio? Secondo me è stato solo uno spreco di tempo, energia e del francobollo (Ma grazie per aver incluso il tuo indirizzo di casa).  Ricevo lettere come questa da anni, e le ho sempre ignorate. Ma non posso più farlo. Oggi, il Juneteeth, ho chiesto ai miei amici bianchi di unirsi, riconoscere il razzismo che esiste nel nostro paese e nel mondo e impegnarsi a smettere di ignorarlo. Dobbiamo fare tutti di più”

LeBron James ha subito condiviso il post della owner dei Lakers, scrivendo “LOVE YOU JEANIE!!!” con due cuori e un dito medio diretto a Joe, autore della lettera. La franchigia di Los Angeles, come la stessa NBA, ha deciso di dare agli impiegati il Juneteeth come giorno di ferie retribuito.

 

Leggi anche:

Masai Ujiri denuncia la mancanza di afroamericani ai vertici delle franchigie

Mark Cuban: “Spero di inginocchiarmi con i miei giocatori durante l’inno”

Jeanie Buss e il saluto a Kobe: “Mio padre ti ha amato come un figlio”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers