Seguici su

L.A. Clippers

NBA, Doc Rivers vuole che i festeggiamenti del campionato vinto siano uguali agli anni precedenti

Il coach dei Los Angeles Clippers non vuole che la tradizione venga interrotta

Doc Rivers

In una NBA ferma, che a malapena sa quando riprenderà e secondo quali predisposizioni, Doc Rivers pensa già ai festeggiamenti post NBA Finals.

Il coach dei Los Angeles Clippers, infatti, ha detto che se la franchigia dovesse vincere il campionato NBA 2019-2020, intende festeggiare come farebbe in qualsiasi altra stagione. Inoltre ha dichiarato che qualsiasi squadra che riesce a portare a casa il titolo dopo il lungo stop della NBA, merita un ulteriore riconoscimento piuttosto che venga messa in discussione l’autenticità del suo trionfo.

In un’intervista a “Go Off with Austin Rivers”, podcast del figlio Austin, Doc Rivers ha detto:

“Secondo me questa è una circostanza in cui è più difficile vincere il titolo, perché per farlo devi rimanere concentrato per tutta la stagione. Senza interruzioni. Le squadre che mantengono la loro concentrazione per tutto questo tempo, se lo meritano. È difficile vincere, e tutti coloro che vogliono mettere da parte questa stagione e ricominciare il prossimo anno sono dei perdenti. I vincitori non dicono mai ‘mettiamocela via’. Lasciami dire questo: se vinceremo il titolo, organizzeremo una parata, avremo un grande trofeo e avremo degli anelli. Nella serata di apertura del prossimo anno, fisseremo lo stendardo come da tradizione”.

Il coach dei Los Angeles Clippers sembra dunque convinto di quello che dice e non ha mostrato la minima preoccupazione per le norme di contenimento del Virus. Queste, infatti, condizioneranno inevitabilmente il modo di assistere alle partite e le celebrazioni che verranno, se effettivamente si faranno i Playoffs.

Alcuni nel mondo del basket hanno espresso dubbi sul fatto che un potenziale campione NBA per la stagione 2019-20 meriterebbe lo stesso merito dei vincitori passati. Il centro Hall of Famer Shaquille O’Neal, infatti, ha già chiesto l’annullamento totale della stagione interrotta, inoltre ha dichiarato:

“Se l’NBA proseguirà quest’anno, i vincitori non otterranno rispetto. E se una squadra che inizialmente non era pronta al 100% per affrontatre i Playoffs vince con un nuovo formato della postseason? Nessuno lo rispetterà. Quindi lascia perdere. Preoccupati della sicurezza dei fan e delle persone. Si torna a giocare l’anno prossimo”.

L’NBA deve ancora determinare come finire la stagione in corso o effettuare, eventualmente, i Playoffs. Il tutto può chiaramente avvenire se le condizioni sono abbastanza sicure da permettere la ripresa del gioco.

 

Leggi anche:

La NBA dal 2021 abbandonerà i palloni Spalding

La NBA vieta ai giocatori gli spostamenti in aereo

NBA, Ipotesi perdita di 30 milioni sul Salary Cap 2020-2021

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Clippers