Seguici su

News NBA

NBA, il Power Ranking della settimana 18. I Bucks sempre primi

Dopo 18 settimane di partite, i Milwaukee Bucks detengono il miglior record della Lega con 46 vittorie ed 8 sconfitte

I Milwaukee Bucks continuano ad essere la miglior squadra della Lega. Dopo 18 settimane di partite detengono il miglior record della NBA con 46 vittorie e 8 sconfitte. La post-season si avvicina e Antetokounmpo e compagni vorrebbero a tutti i costi ottenere il fattore campo in tutte le sfide dei Playoff. Però, la scorsa settimana, con Antetokounmpo ai box, i Bucks sono incappati in una sconfitta in quel di Indiana. La superba prestazione di T.J. Warren da 35 punti e 7 rimbalzi ha messo alle corde i Bucks.

Di questa situazione ne hanno approfittato i Los Angeles Lakers che la scorsa settimana hanno vinto 2 partite su 2 disputate contro Phoenix e Denver. LeBron e compagni ora vantano un record di 41 vittorie e 12 sconfitte, trovandosi così a 4,5 partite dal miglior record dei Bucks. Al terzo posto si attestano i Toronto Raptors, che dopo una striscia di 15 vittorie consecutive sono stati costretti alla sconfitta dai Brooklyn Nets. La squadra di coach Nurse, dopo un inizio di stagione non proprio brillante, sembra aver ritrovato la retta via e sembra avere tutte le carte in regola per infastidire i Bucks nella loro cavalcata al titolo.

Tra le altre squadre continuano ad andare bene i Denver Nuggets, i Los Angeles Clippers e gli Utah Jazz che hanno un record rispettivamente di 38 vittorie e 17 sconfitte, 37-18 e 36-18. Queste tre squadre vogliono continuare ad insidiare i Lakers e giocarsi le loro possibilità fino alla fine. Ad Est i Boston Celtics sembrano l’unica squadra capace di reggere il ritmo di Bucks e Raptors. Con 38 vittorie e 16 sconfitte i Celtics sono ancora in lizza, se non per il primo posto, per il secondo posto.

Delusioni di questa parte di stagione sono sicuramente Philadelphia 76ers e Dallas Mavericks. Infortuni e prestazioni altalenanti hanno messo in crisi il gioco di queste due franchigie. Coach Brown e coach Carlisle sperano di riuscire a ritrovare la brillantezza perduta e di giocarsi le loro possibilità al titolo. Per ora la situazione è questa ed archiviato l’All Star Game si inizia a fare sul serio. La corsa ai Playoff entra nel vivo.

 

LEGGI ANCHE:

NBA, Antetokounmpo attacca di nuovo Harden:”Era l’anello debole”

Non dire il suo nome.

10 cose che non sapete su Michael Jordan

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA