Seguici su

News NBA

NBA, la sorpresa Jazz: sono la miglior squadra del mese

Con 13 vittorie nelle ultime 14 partite gli Utah Jazz sono la miglior squadra del mese e si candidano alla lotta al titolo

Utah Jazz Logo

Con gran stupore dei più, gli Utah Jazz sono la miglior squadra del mese. Con 13 vittorie nelle ultime 14 partite hanno scalato la classifica ad Ovest, candidandosi ad infastidire le pretendenti al titolo. Attualmente i Jazz sono secondi ad Ovest, a pari merito con i Denver Nuggets, con un record di 27 vittorie e 12 sconfitte. Grazie alla geniale intuizione di coach Quin Snyder di allungare le rotazioni, i Jazz hanno scoperto di possedere in casa degli autentici gioiellini.

Gobert, Mitchell, Bogdanovic, Ingles e Conley formano un quintetto invidiato da molte squadre NBA. Ma non sono i soli a guidare la carica dei Jazz. Mudiay, Clarkson, O’Neale, Niang, stanno dando un apporto fondamentale alla causa di Utah. Partita dopo partita i giocatori si caricano sulle spalle la responsabilità di un’intera squadra. Nei momenti più difficili delle stelle dei Jazz ecco che arrivano i gregari, pronti a sfruttare il loro momento di gloria per condurre i Jazz alla vittoria. Insomma tutti i giocatori stanno dando il proprio contributo, anche al di sopra di ogni più rosea aspettativa.

Una sola sconfitta nelle ultime 14 partite, quella contro Miami il 24 dicembre scorso. Una gara punto a punto decisa nei minuti finali: 104 a 107 il punteggio finale. I Jazz stanno dimostrando di non mollare mai. Prima dell’inizio della stagione erano ritenuti di certo una squadra molto interessante, ma nessuno gli accreditava chissà quali chances in confronto alle altre corazzate. Lakers, Clippers, Rockets, Bucks, Philadelphia, Boston, i campioni in carica di Toronto, i nuovi Nets di Irving e Durant, i Pelicans del rookie Zion, addirittura i soliti Golden State Warriors: di tutto si parlava, tranne che dei Jazz. 

Ad oggi rispetto a molte delle squadre elencate sopra, i Jazz hanno un record migliore e una continuità di gioco e risultati maggiore. Un gruppo rodato, funzionale al modo di giocare di coach Snyder, una franchigia che ha fatto della pallacanestro una cultura aldilà del risultato. L’arma in più di questa stagione è di sicuro il tiro da 3 punti. Un netto 39% dal campo sta permettendo agli Jazz di attestarsi come la rivelazione dell’anno. Nell’attuale striscia di 13 successi su 14 partite, la percentuale è più volte salita sopra il 40%. Viste le premesse, sembra che Utah sia pronta a passare dall’essere la sorpresa del mese all’essere la rivelazione dell’anno. Nonostante alcune squadre sembrino più attrezzate, riusciranno i Jazz a confermare questo loro momento di forma e a giocarsi tutte le loro chances e ad arrivare fino in fondo?

 

LEGGI ANCHE:

NBA, il Power Ranking della tredicesima settimana: ancora in vetta i Bucks

NBA, Zion Williamson dovrebbe debuttare giovedì notte contro gli Utah Jazz

NBA, Jimmy Butler rivela i 5 giocatori più difficili da marcare

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA