Seguici su

L.A. Lakers

NBA, i Lakers in coro: “Bisogna avere la giusta mentalità”

Vogel, LeBron, Howard e Davis: tutti d’accordo sulla necessità di migliorare per evitare degli “one possession game” come quello di stanotte contro Atlanta

James

Nella notte i Lakers hanno espugnato la State Farm Arena di Atlanta, grazie all’ennesima prestazione superlativa di LeBron James. Mai come per questa partita, però, il termine “espugnato” si adatta a descriverla. I gialloviola hanno dovuto infatti faticare parecchio per respingere gli assalti dei combattivi Hawks, guidati da un Trae Young da 30 punti.

Atlanta ha ridotto lo svantaggio fino a sole 3 lunghezze di distanza e solo l’imprecisione dall’arco di Cam Reddish ha impedito ai padroni di casa di impattare sul 99 pari. Coach Vogel, nonostante la quattordicesima vittoria consecutiva in trasferta, non è per nulla soddisfatto:

“Non abbiamo giocato una grande partita stasera. Se giocheremo così nelle prossime due partite, come stasera, sicuramente perderemo almeno una partita. Non importa tanto vincere o perdere, quanto avere la giusta mentalità”

Le parole del coach sono sostenute dai dati: i Lakers hanno tirato male, mandando a segno solo 5 triple su 31 tentate, e hanno perso ben 22 palloni.

“Penso che dopo la partita molti di noi erano insoddisfatti per come abbiamo iniziato la partita e per come abbiamo permesso agli Hawks di segnare. Sappiamo che dobbiamo fare meglio e che per vincere partite come questa bisogna fare qualcosa di diverso”

Sono queste le parole di Dwight Howard, conscio che per avere la meglio sui prossimi avversari, Pacers e soprattutto Bucks, c’è bisogno di Lakers diversi.

Big two

Anche LeBron James, migliore in campo dei suoi con 32 punti, 13 rimbalzi e 7 assist, conditi da un paio di giocate immaginifiche, fa coro ai compagni:

“Sappiamo che ogni partita porta con sé delle sfide. Se non scendiamo in campo con la giusta mentalità di eseguire bene il piano partita, chiunque può batterci. Questo perché sappiamo che qualsiasi squadra, che abbia un record sopra il .500 o sotto il .500, darà il massimo per poterci battere”

Non è stata una vittoria bellissima, ma una W è pur sempre una W. Così la pensa Anthony Davis:

“Siamo resilienti. E continueremo a combattere. Abbiamo vinto in tanti modi, con grande scarto o solo all’ultimo. Troviamo sempre un modo per vincere, qualsiasi esso sia. Non è mai facile vincere in trasferta, non importa il record degli avversari, una vittoria in trasferta è sempre difficile, non prendiamo nulla per scontato”

Leggi anche:

Infortunio Luka Doncic: sarà out per 2 settimane

“Basketball Journey”, il libro che ti porta nel cuore del basket USA

Infortunio per Eric Bledsoe

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers