Seguici su

New Orleans Pelicans

NBA, Lonzo Ball: “Non mi interessano le statistiche, preferisco vincere”

L’ex Lakers non soddisfatto del risultato dell’ultima partita contro i Suns. Salgono a sette le sconfitte consecutive dei Pelicans, ancora orfani di Zion Williamson

Nella partita contro i Phoenix Suns Lonzo Ball ha messo a segno 20 punti, 6 rimbalzi e 11 rimbalzi, ma sfortunatamente la sua ottima prestazione, accompagnata da quelle di JJ Redick (26 punti, 4 rimbalzi e 2 assist), Holiday (23 punti, 7 rimbalzi, 6 assist) e Brandon Ingram (21 punti, 6 rimbalzi e 4 assist), non è bastata a regalare la vittoria ai Pelicans.

Al termine della partita il tabellone registrava 139-132 a favore dei Suns. Come riporta al corrispondente dei New Orleans Pelicans Jim Echenhofer, Lonzo avrebbe preferito vincere:

“Vorrei che avessimo vinto, non guardo le mie statistiche. Continuo a perdere: stasera stavo abbastanza bene, ho pensato di poter vincere ma non è andata così. Nell’ultima partita non ho giocato bene, ho deluso la squadra, quindi volevo rifarmi stasera: ho giocato una buona gara ma, come ho detto, preferisco vincere”

Sono sette le sconfitte consecutive per i Pelicans, che sfoggiano un record di 6-16: un dato preoccupante per la squadra che, all’inizio della stagione, aveva ben altre speranze. Nonostante in estate abbiano perso Anthony Davis, hanno guadagnato giocatori come Lonzo Ball, Brandon Ingram e la prima scelta del Draft Zion Williamson, che è fuori per un infortunio.

Per Ball il peggio è passato: con la prestazione di ieri ha dimostrato di poter dare un importante contributo alla squadra, cosa che infortuni e uno scarso minutaggio non gli hanno permesso di fare in questa prima parte di stagione.

Chi si è preso la scena a New Orleans è stato sicuramente Devin Booker, autore di 44 punti, 8 rimbalzi e 9 assist, portando a 10 le vittorie stagionali dei suoi Phoenix Suns. I Pelicans sabato andranno in trasferta a Dallas per giocare contro i Mavericks di Doncic: un’occasione per Lonzo di dare continuità alle sue prestazioni.

 

LEGGI ANCHE: 

NBA, Chris Paul: “Non ho più sentito Harden dopo la trade”

NBA, Trae snobba la rivalità con Doncic: “Stiamo facendo bene entrambi”

NBA, Portland garantirà il contratto di Anthony fino a fine anno

 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in New Orleans Pelicans