Seguici su

Milwaukee Bucks

NBA, Antetokounmpo da 50 punti, Conley: “E’ troppo forte”

L’MVP non ha intenzione di fermarsi. 50 punti e 17 doppie doppie di fila per lui.

Giannis Antetokounmpo, per la seconda volta in carriera, ha concluso un match NBA registrando sul referto 50 punti.

La partita che ha visto sfidare i Milwaukee Bucks contro gli Utah Jazz è stata parecchio combattuta soprattutto nei minuti finali.

L’MVP in carica ha dovuto trascinare la squadra con una prestazione da 50 punti (tra cui 3/8 da tre punti), 14 rimbalzi e 6 assist. Dall’altra parte i Jazz hanno dimostrato grande prestazione al tiro segnando ben 21 triple.

Per Giannis Antetokounmpo è stata certamente una partita da incorniciare, e come se non bastasse, i tifosi hanno deciso di lodarlo urlando in coro il tipico: “MVP… MVP”.

Nel postgame, Mike Conley ha spiegato quanto sia stato difficile difendere Antetokounmpo, soprattutto per via dell’assenza di Rudy Gobert (out per un infortunio alla caviglia):

“Gli abbiamo buttato contro di tutto, lo abbiamo raddoppiato, lo abbiamo triplicato, ma lui ha giocato tanto spalle a canestro, ed è andato tantissimo in lunetta. Poi ha iniziato a segnare anche da fuori, e quando fa così… Ci riteniamo comunque soddisfatti di come abbiamo difeso contro di lui, abbiamo fatto il possibile ma lui è troppo alto e decisamente troppo forte”.

The Greek Freak invece ha commentato la sua incredibile gara:

“Non mentirò, fa impressione. Grande partita, la mia seconda in carriera con almeno 50 punti, ed in più senza palle perse. Loro hanno segnato 21 tiri da tre punti, e ciò nonostante siamo rimasti in controllo per vincere. L’unica cosa che contava oggi, in realtà”.

Mentalità vincente che si sta radicalizzando sempre di più nella mentalità del giocatore che, oltre al grande traguardo per punti segnati, ha collezionato la sua 17esima doppia doppia di fila dall’inizio della stagione. E’ la seconda di sempre nella storia della NBA, dietro alle 34 consecutive del grande Bill Walton nella stagione 1976-1977.

 

Leggi anche:

NBA, Markkanen sottotono; Boylen: “tornerà sulla giusta via”.

NBA, Anthony: “Se oggi sono qui è grazie a mia moglie”.

I 10 giocatori NBA più famosi che hanno commesso crimini gravi.

 

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Milwaukee Bucks