Seguici su

NBA Playoffs

NBA, reazioni e commenti di Nuggets e Blazers dopo Gara 1

Jokic, Millsap, Murray, poi Lillard e coach Stotts: ecco le voci dei protagonisti della notte Nba

La partita d’esordio della semifinale tra Denver Nuggets e Portland Trail Blazers si è conclusa con la vittoria per 121-113 della franchigia del Colorado, che grazie ad un superbo Nikola Jokic è riuscita così a guadagnarsi sin da subito il vantaggio nella serie.

I 37 punti, conditi da 9 rimbalzi, 6 assist, 3 palle rubate e due stoppate del Joker sono stati infatti decisivi per i ragazzi di coach Malone, capaci durante tutta la durata del match di trovare il loro leader sempre al momento giusto:

“Abbiamo solo cercato di rendergli le cose più semplici possibili,”

ha infatti confessato nel post partita Jamal Murray, anch’egli fondamentale grazie ai 23 punti e 8 assist messi a referto.

“[Jokic] È come una spugna. Studia ed assorbe le giocate degli avversarsi in modo da essere sempre un passo avanti a loro, senza forzare mai nulla. È questo ciò che lo rende davvero incredibile, è una specie di Tom Brady nonostante la giovanissima età.”

Queste invece le parole al miele spese da Paul Millsap in favore del numero 15 serbo, alle quali poco dopo si sono sovrapposte anche quelle di Mike Malone:

“Dopo aver vinto Gara-7 [contro gli Spurs] lo scorso sabato, avevo paura che lo sforzo fatto in quell’occasione avrebbe potuto condizionare negativamente la nostra partita. I ragazzi invece sono stati impeccabili stasera, hanno fatto tutti davvero un ottimo lavoro.”

Pensiero naturalmente non condiviso da parte dell’allenatore dei Blazers Terry Stotts, che ha commentato così la sconfitta dei suoi:

“Penso che offensivamente abbiamo giocato una buona partita ma la loro difesa ci ha costretto a troppe palle perse che alla fine hanno fatto la differenza.”

Damian Lillard infatti, nonostante i 39 punti messi a bersaglio, si è autoaccusato come primo responsabile in questa amara statistica, viste le sei palle perse fatte registrare durante i suoi 43′ in campo:

“So di aver perso troppi palloni in questa partita. È inaccettabile, soprattutto perché sono io a gestire il maggior numero di possessi per la mia squadra e dovrei essere in grado di anticipare i miei avversari. Non possiamo più permetterci di concedere 23 punti da palle perse, specie ad una squadra che gioca così bene in contropiede.”

 

Leggi anche:

NBA Playoff, Philadelphia pareggia i conti: reazioni e commenti da Gara 2

NBA, Antetokounmpo sulla difesa dei Celtics in Gara 1

La NBA ha pubblicato il last two-minute report di Golden State-Houston 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in NBA Playoffs