Seguici su

NBA Playoffs

NBA Playoff, Sixers avanti 2-1 sui Nets: reazioni e commenti post Gara 3

Philadelphia si porta al comando nella serie Playoff di primo turno e ritrova il fattore campo strappando un successo chiave

I Philadelphia 76ers, pur orfani di Joel Embiid, hanno preso il comando della serie Playoff contro i Brooklyn Nets portandosi sul 2-1.

La prestazione di Ben Simmons, reduce dalla tripla-doppia di Gara 2, è un segnale che può lasciar soddisfatto coach Brown:

” Ci ha messo molto del suo. Penso sia stata una delle partite più dominanti da parte di Ben. Eccezion fatta per una fase della gara a 2′ dalla fine del terzo quarto, credo sia stato eccezionale. […] Avevamo bisogno di una prestazione così stasera, soprattutto in assenza di Joel [Embiid]. Come ho detto al gruppo nel pre-partita, credo che ci si dimentichi di considerare che ha 22 anni. […] Ha un incredibile consapevolezza nei propri mezzi e ha lavorato a fondo per guadagnarsi questo privilegio, talento a parte.”

Simmons, definito “giocatore nella media nell’attacco a metà campo” dagli avversari, ha risposto sul parquet:

“Non mi interessa [ciò che dicono gli altri ndr.], non posso sprecare energia per commentare queste cose. Nei Playoff devi tenere la stessa intensità e restare concentrato.”

Jimmy Butler ha elogiato la prestazione del collettivo nell’intervista a caldo dopo la sirena finale:

“Serata incredibile per Ben, JJ e Tobias. La partita è fatta di parziali ma abbiamo difeso bene. Non mi va di fare pronostici perchè poi la gente dice che parliamo e basta, dobbiamo continuare a lottare. Ben Simmons è un All-Star e uno dei giocatori più dominanti della lega per una ragione. Quando abbiamo avuto bisogno di lui si è fatto avanti.”

QUI NETS

Comprensibile delusione invece lato Brooklyn. I Nets avrebbero voluto portare a casa la vittoria  davanti ai propri tifosi nella prima partita casalinga della campagna Playoff 2019 ma ci riproveranno in Gara 4. Le parole di D’Angelo Russell nel post-partita:

” Dobbiamo fare la nostra parte ma sarà una serie dura e combattuta e abbiamo bisogno di avere i tifosi dalla nostra parte. Abbiamo preso i tiri desiderati ma non siamo risuciti a capitalizzare. I Playoff sono così, bisogna sapersi adattare a partita in corso. […] Se facciamo lavorare gli avversari in difesa potrebbero sbagliare qualche tiro in più e sentire la fatica in attacco. Quando hai di fronte cinque specialisti di quel calibro è dura togliere loro le opzioni.”

Si tornerà in campo al Barclays Center nella notte tra venerdì e sabato per il quarto episodio della serie

Leggi anche:

NBA, Nowitzki rivela il suo futuro dopo il ritiro

Draft NBA 2019, Kyle Guy si dichiara eleggibile

NBA, David Griffin e i piani per far restare Anthony Davis a New Orleans

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in NBA Playoffs