Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA: probabile intervento chirurgico per Kevin Love

Di male in peggio la situazione del numero 0 in maglia Cavs, che oltre a passare diverse settimane lontano dal campo dovrà forse fare i conti con un un’imminente operazione chirurgica

Dopo aver reso noto l’infortunio al piede sinistro subito pochi giorni fa, Kevin Love avrebbe confermato alla stampa lo stop forzato di diverse settimane prescrittogli dal Dott. Martin O’Malley, medico dell’ospedale specialistico di New York City a cui il giocatore avrebbe affidato le proprie cure.

Nessuna data o tempistica di ritorno certa per l’All Star dunque, tutto il contrario. Secondo lo specialista infatti, il piede di KL potrebbe addirittura necessitare di un’operazione chirurgica, qualvolta il normale processo riabilitativo non dovesse essere sufficiente alla completa guarigione.

“Mi piacerebbe tornare ovviamente il prima possibile,”

ha recentemente ammesso Love, costretto ad indossare un tutore ortopedico sul piede malconcio.

“Ho grandi speranze per la stagione. So che è stata una partenza molto brutta per la nostra squadra, ma sono sicuro che tanto più riuscirò ad essere li fuori e lottare con i miei compagni, tanto meglio andremo. Quindi spero di poter tornare il prima possibile, sperando che passino solo due o tre settimane.

La verità è che non so neppure il modo e il momento in cui mi sono procurato l’infortunio. Quando sono tornato sull’aereo [dopo la partita] infatti ho iniziato ad aver difficoltà a camminare, ma sono state le successive 21 ore circa a darmi dei veri e propri problemi.”

Il numero 0 di Cleveland avrebbe poi ammesso come i problemi al piede sinistro fossero in realtà storia vecchia, dato che sin dalla prima partita di preseason non sarebbe mai stato al 100% della forma fisica:

“L’unico modo in cui potrò aiutare davvero questa squadra è quello di essere sano [fisicamente], e nell’ultimo mese non lo sono stato purtroppo. È scoraggiante, ma farò di tutto per tornare in campo.”

Nonostante la forma fisica non propriamente smagliante però, nelle quattro partite giocate l’ex Minnesota ha ugualmente collezionato 19 punti e 13.5 rimbalzi di media, che rendono perlomeno giustizia al super contratto da 120$ milioni firmato la scorsa estate.

 

Leggi anche:

NBA, le parole di LeBron sul licenziamento di Tyronn Lue

Risultati NBA: Toronto vince contro Phila. Imbarazzo Houston. Bene Boston e Thunder

NBA, continua la tensione Beverley-Westbrook

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers