Seguici su

Primo Piano

Le 5 NBA Finals terminate a Gara 7 più memorabili di sempre

Per diversi motivi, le NBA Finals appena concluse ci hanno lasciato l’amaro in bocca; per consolarvi, abbiamo riportato in vita le 5 Finals terminate a gara 7 più leggendarie della storia

Il verdetto tanto atteso, e per la verità un po’ scontato, è arrivato: i Golden State Warriors sono campioni NBA per la terza volta in quattro anni. La religiosa attesa che tutti noi fan abbiamo rispettato per gustarci l’atto finale non è stata premiata con una serie indimenticabile. Senza voler togliere nulla, infatti, ai 51 punti di LeBron James, alle triple di Curry e al dominio offensivo mostrato da Kevin Durant, è completamente mancato l’equilibrio tra le 2 pretendenti al trono e a farne le spese, oltre ai Cavs, siamo stati proprio noi.
Per rimediare a delle Finals non del tutto soddisfacenti, ecco le 5 NBA Finals terminate all’ultimo respiro più indimenticabili di sempre.

 

1. Boston Celtics vs Los Angeles Lakers, 1984

Per dare l’idea dell’epicità dello scontro sarebbe sufficiente ricordare che è stata la prima volta in cui Larry Bird e Magic Johnson si sono affrontati per la vittoria di un titolo, ma in questo modo probabilmente si finirebbe per dimenticare che a fianco di questi due mostri sacri ci sono altri 6 Hall of Famers. Ci troviamo a parlare delle Finals probabilmente più importanti e più indimenticabili di tutti i tempi.
E pensare che stava per finire con un clamoroso sweep a favore dei Lakers. Se i Celtics, infatti, non avessero dimostrato una straordinaria resilienza, strappando due vittorie in overtime in Gara 2 e in Gara 4, non saremmo qui a leggere di una delle serie più memorabili di tutti i tempi. Degli errori banali – dalle palle perse di Worthy ai liberi sbagliati di Magic – oltre all’impressionante tenacia di Bird & Company, hanno portato i Celtics ad un insperato 2-2.

La gioia di chi sa di aver salvato la situazione.

Che dire, poi, di “The Heat Game”? I 36 opprimenti gradi che misura il termometro all’interno del Garden annebbiano la vista di tutti i presenti tranne quella di Bird, capace di segnare 34 punti e regalare ai suoi la vittoria. I Celtics, a questo punto ad un passo dal titolo, falliscono però il match point: Gara 6 è infatti territorio esclusivo di Abdul-Jabbar, che realizza 30 punti e 10 rimbalzi forzando una Gara 7 che è la ciliegina sulla torta di una serie al cardiopalma. Nell’atto finale della serie, un dio minore ruba la scena agli dei dell’Olimpo presenti sul terreno di gioco: i 28 punti conditi da 8 assist e 8 rimbalzi di Cedric Maxwell regalano il quindicesimo titolo nella loro storia ai Boston Celtics. Larry Bird colleziona nella stessa annata MVP della regular season e delle Finals: impresa che, fino a quel momento, era riuscita solamente a Willis Reed, Kareem Abdul-Jabbar e Moses Malone.

Precedente1 di 3
Commento

Commento

  1. MilleMosche

    01/07/2018 18:21

    Nelle Finals nessuna squadra aveva mai rimontato un 1-3. Nessuna squadra è mai rimontata da un 0-3.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Primo Piano