Seguici su

Cleveland Cavaliers

NBA, Lue dà fiducia a J.R. Smith: “Può attraversare tutto”

L’errore di J.R. Smith è risultato decisivo per l’esito di Gara 1, nonostante ciò coach Lue continua a dargli fiducia e annuncia che partirà titolare anche in Gara 2

Nonostante il pesantissimo errore negli ultimi secondi dei tempi regolamentari in Gara 1, Tyronn Lue ha deciso di dare fiducia a J.R. Smith e ha annunciato che partirà titolare anche domani in Gara 2.

“Partirà titolare. E no, non ho perso la fiducia in lui – spiega Lue. J.R. può attraversare di tutto, e quando tutti pensano che lui ormai sia escluso, è lì che lui dà il suo meglio. Quindi sicuramente sarà di nuovo titolare. Si tratta di una pedina fondamentale per quello che facciamo. Quell’ultima giocata ormai è passata, ce la siamo dimenticata e ora è il momento di andare avanti.”

Con 4.7 secondi rimasti sul cronometro della partita, J.R. Smith ha raccolto un importantissimo rimbalzo sul tiro libero, sbagliato, di George Hill, avendo in mano la palla del decisivo vantaggio. Invece che pensare al tiro, il #5 è corso lontano dal canestro, uscendo dalla linea dei tre punti e sprecando tempo prezioso, senza dare così la possibilità ai suoi di prendere il tiro decisivo. L’epilogo dell’overtime lo sappiamo tutti ed ecco che l’errore di Smith diventa cruciale.

Subito dopo la partita Coach Lue ha provato a spiegare l’errore del suo giocatore, sostenendo che Smith fosse convinto che i suoi fossero in vantaggio. Al contrario, invece, l’ex New York Knicks ha spiegato che la sua convinzione era quella che i Cavs avessero ancora un timeout.

In ogni caso Lue ha provato a difendere il suo giocatore:

“Si è trattato di una giocata difficile. Se J.R. Smith non avesse preso quel rimbalzo offensivo, probabilmente lo avrebbero preso loro, avrebbero chiamato un timeout e vinto nei tempi regolamentari. Anche solo il fatto che lui abbia combattuto per quel rimbalzo alla fine è stato molto importante. A prescindere dal fatto che lui sapesse quanto mancava e il punteggio, prendere il rimbalzo e non tirare è stato cruciale, perché loro avrebbero potuto prendere il rimbalzo di quel tiro, chiamare timeout, e, come ho detto, vincere nei tempi regolamentari.”

 

Leggi anche:

NBA, Thristan Thompson graziato, solo $25 mila di multa per lui, nessuna sospensione

NBA, nessuna sanzione per Kevin Love

NBA Finals 2018: analisi e pagelle di Gara 1

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Cleveland Cavaliers