Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Steve Kerr sul finale di partita: “Siamo stati fortunati che J.R. non abbia tirato”

Il coach dei Warriors spiega in tutta onestà le battute finali dei tempi regolamentari

Se l’episodio che ha visto protagonisti Kevin Durant e LeBron James (con la partecipazione degli arbitri) ha rappresentato un momento importante della partita, assolutamente decisivo è stato l’ultimo possesso dei tempi regolamentari gestito da J.R. Smith. L’ex Denver Nuggets e New York Knicks (tra le altre), sul pari 107 con 4.6 secondi da giocare, era riuscito a conquistare un rimbalzo offensivo ma, convinto di essere in vantaggio, anziché tirare si è diretto verso la metà campo facendo perdere ai suoi la chance di provare a vincere. Purtroppo per J.R. al termine dell’overtime è arrivata la sconfitta per i suoi Cleveland Cavaliers ed è verosimile che dell’episodio se ne parli ancora per qualche tempo.

Nel post partita Steve Kerr, richiesto di un commento sul finale dei tempi regolamentari, ha parlato così:

“Per prima cosa sono molto deluso dal fatto che non siamo stati capaci di prendere il rimbalzo. Riguardo ciò che è successo dopo invece posso solo dire che siamo stati fortunati. J.R. poteva tirare e provare a vincere e invece ha dribblato tutti andando verso metà campo. Credo che pensasse di essere in vantaggio. Sono stato giocatore anche io e ricordo che mi capitò un episodio simile a Dallas. Sono cose che succedono e noi siamo stati molto fortunati.”

 

Leggi anche:

Risultati NBA: vince Golden State, ma la Gara 1 di LeBron è già leggenda

NBA, Tyronn Lue sullo scontro Durant-James: “Fischiare fallo a LeBron non ha senso”

NBA: LeBron James: “Ho temuto di non arrivare ai Playoff”

Commento

Commento

    Commenta

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Advertisement
    Advertisement
    Advertisement

    Altri in Golden State Warriors