Seguici su

Golden State Warriors

Steve Kerr: “La NCAA ha bisogno di riforme”

Steve Kerr si schiera a favore di una riforma nel mondo dello sport collegiale dopo la scoperta di presunti pagamenti per reclutare giocatori

È di poche ore fa la notizia di uno scandalo che riguarda un buon numero di giocatori del college di alto livello che, sia oggi che in passato, hanno ricevuto denaro, pratica che è invece tutt’oggi vietata dalla NCAA.

Sono già arrivate in diverse occasioni parole a favore di una rivoluzione di questo sistema in modo che i giocatori del college che, considerando anche l’interesse mediatico che la NCAA ha negli Stati Uniti, sono a tutti gli effetti dei professionisti possano essere retribuiti per le loro prestazioni sportive o, per lo meno, per tutto quello che ci sta intorno.

A queste voci si unisce quella dell’attuale coach dei Golden State Warriors che ha voluto dire la sua:

Penso che la NCAA abbia bisogno di una riforma, sicuramente, e non è solo una reazione legata alle notizie recenti. La NCAA ha bisogno di cambiare da anni. Non penso che abbia bisogno di pagare gli atleti, credo invece che debba consentire ai giocatori di guadagnare se sono in grado di farlo lontano dal campo. […] Gli sport al college sono diventati un’industria da miliardi di dollari, e ci sono alcune figure in particolare che dominano la scena. Se è un ragazzo che è un giocatore dominante, e Nike vuole pagarlo o Adidas vuole pagarlo, non è la scuola a farlo. 

Steve Kerr ha giocato a metà degli anni ’80 presso la University of Arizona, Ateneo oggi al centro della cronaca dopo che l’head coach della squadra di basket Sean Miller è stato interrogato dall’FBI in relazione ad un presunto pagamento di $100000 che l’Università avrebbe fatto per reclutare Deandre Ayton. Inoltre in una recente inchiesta di Yahoo Sports sono emerse centinaia di pagine di documenti che sembrerebbero testimoniare che tali pagamenti sarebbero avvenuti anche per altri giocatori oggi già nella NBA come Dennis Smith Jr. e Markelle Fultz.

Leggi anche:

Westbrook accusa Pachulia: “Ha provato a farmi male”

Rookie Ladder: Episodio 4

Embiid: “Voglio il vantaggio del fattore campo ai Playoff”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.