Seguici su

Golden State Warriors

Warriors, Durant non segnava 50 o più punti dal 2014

KD ne ha messi 50 nella sconfitta della scorsa notte contro i Blazers

Durant

Kevin Durant, nella partita contro i Portland Trail Blazers, ha messo in piedi uno dei più incredibili losing effort degli ultimi anni. L’ala dei Golden State Warriors – sconfitti 123-117 (44 punti di Damian Lillard) – ha segnato 50 punti, con 17-27 dal campo, 6-14 da tre e 10-10 ai liberi. KD non metteva a referto 50 o più punti dal 2014. Anno in cui ha vinto il titolo di MVP con la maglia degli Oklahoma City Thunder.

FIFTY SHADES OF KD

In quella stagione furono ben due gli scollinamenti oltre il muro dei 50. 54, proprio contro i Warriors. 51 contro i Raptors, aiutato da un doppio overtime. Durant ha ora 5 partite con 50 o più punti in carriera. Il leader dell’apposita classifica è, manco a dirlo, Wilt Chamberlain (con 118!!!). Tra i giocatori attivi, solo LeBron James (11) e James Harden (9) sono davanti a KD. L’ex compagno di merende Russell Westbrook e l’attuale super-amico Stephen Curry sono a pari merito con Durant, con 5.

KD, in questa regular season, sta segnando 26 punti tondi a partita (settimo miglior realizzatore NBA), con percentuali incredibili. Tira il 52% dal campo, il 42% da tre e quasi l’89% dalla lunetta (è vicinissimo, insomma, al prestigioso club dei 50-40-90). I Warriors, guidati da lui e da Curry, sono la seconda miglior squadra NBA, con 44 vittorie e 14 sconfitte (primi i Rockets di Harden con 44-13). A quando il prossimo cinquantello (magari vincente)?

 

Leggi anche:

Lo sfogo di Steve Kerr dopo la sconfitta coi Blazers

La rivoluzione dei Cavs

LeBron felice del lavoro del GM Koby Altman

NEWS NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors