Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: Oladipo incendia il Garden, Lillard scrive 50

I Clippers battono Griffin e Korver batte Atlanta. Torna Wade e Miami torna alla vittoria

(28-25) Los Angeles Clippers 108-95 Detroit Pistons (27-27)

Risultati NBA dominati dalla sfida tra il passato e il presente di Blake Griffin. Il prodotto dell’Università dell’Oklahoma ha perso la sua prima partita con la nuova maglia (5-0 fino a poche ore fa) proprio contro i Clippers, che lo hanno scambiato senza dirglielo. I ragazzi di Doc Rivers hanno vinto 5 delle ultime 6 e sono più che dentro alla corsa-Playoff ad Ovest.

Gli ospiti sono privi di Teodosic, i padroni di casa non possono contare sui neo-arrivati Jameer Nelson e James Ennis III (quest’ultimo non è riuscito nemmeno ad arrivare nel Michigan causa neve). Dopo l’ovazione del palazzo per Tobias Harris ed Avery Bradley, Detroit si porta sul +4 all’intervallo. Nell’ultimo periodo, però, si è svegliato l’uomo con più punti segnati (dopo Westbrook) di tutta la NBA dal 1° gennaio ad oggi: Lou Williams.

Con la bomba di cui sopra porta a 10 le distanze tra le due squadre: il parziale di 31 a 15 nell’ultimo periodo è eloquente. 26 e 6 assist dalla panchina per Lou-Will; bene anche Danilo Gallinari (16 punti), Austin Rivers (16 + 5 assist), Tobias Harris (12 + 8 rimbalzi), Avery Bradley (10 + 8 rimbalzi). Se questi ultimi due hanno tirato però con percentuali rivedibili, dalla panchina Montrezl Harrell ha fornito un efficiente 8 su 13 dal campo per 18 punti. 4 punti e 17 rimbalzi (6 offensivi) per DeAndre Jordan. Nessun giocatore dei Clippers ha un Plus/Minus negativo.

Detroit invece si stampa contro la pochezza della propria panchina: solo 20 i punti prodotti da una second-unit ridotta per le assenze di cui sopra (alle quali aggiungere il lungodegente Reggie Jackson), molti meno di quanti non ne abbia fatti il solo Lou Williams. 19-8-6 per Griffin, 12 e 17 carambole per Drummond, 19 con 11 tiri per un Reggie Bullock da 40 minuti di utilizzo, 37 combinati dal trio Stanley Johnson-Ish Smith-Anthony Tolliver. Nona ad una sola partita di distanza dai Sixers ottavi ad Est, Detroit deve reintegrare gli indisponibili per lottare davvero per un posto al sole in postseason.

(28-26) New Orleans Pelicans 82-100 Philadelphia 76ers (27-25)

Embiid era in dubbio nel pre-gara per una caviglia malmessa. Gioca. Domina. Vince. Dopo aver festeggiato il primo SuperBowl della storia della città (membri degli Eagles come Alshon Jeffrey e Torrey Smith erano tra il pubblico), i Sixers fanno il loro dovere contro i Pelicans.

24 punti e 16 rimbalzi per un Joel Embiid assatanato. I suoi 16 punti nel primo quarto sono più di quanti non ne abbiano segnati i Pelicans in tutto. Dopo un secondo quarto combattuto, con una stoppata vigorosa di Embiid sul neo-acquisto Mirotic che tentava il buzzer-beater, il terzo periodo è finito 28-11 per i padroni di casa, rendendo i 12 minuti finali una sorta di carnevale. Embiid è arrivato alla 27esima doppia-doppia stagionale prima dell’intervallo. Welcome to the Jo-Jo Show:

Nonostante non abbia toccato il campo nel quarto periodo, Ben Simmons ha sfiorato la tripla-doppia: 10-9-8. Nella sera in cui arrivano aggiornamenti dallo strano caso Markelle Fultz, Dario Saric tira 8 su 11 dal campo, 4 su 5 dall’arco per 24 punti. 15 e 7 rimbalzi di J.J. Redick bastano ai Sixers a portare a casa la terza W delle ultime 4 partite.

Per i Pelicans, invece, brutta battuta d’arresto da archiviare. Partito in quintetto al posto di Rajon Rondo, DeAndre Liggins ha terminato con 0 punti. Ed è suo il Plus/Minus “migliore” di un quintetto titolare preso a calci da quello della Città dell’Amore Fraterno: -14. Il peggiore appartiene ad Anthony Davis: -29. The Brow è stato contenuto a 6 su 19 dal campo per 14 tiri. I Pelicans, perse 5 delle ultime 6, arrivano sì da una partita posticipata contro i Pacers, ma vedono il loro margine d’errore assottigliarsi sempre più.

Precedente1 di 4
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.