Seguici su

Risultati NBA

NBA Playoff, Gara-1: Cavs OK col brivido, Utah allo scadere batte i Clippers! Toronto KO in casa. Spurs senza problemi

Si sono aperti i playoff NBA che hanno riservato già qualche sorpresa: nella notte sono andate in scena 4 partite

Joe Johnson

La post-season NBA è partita dall’Ohio dove i campioni NBA in carica hanno ospitato gli Indiana Pacers, giunti settimi nella classifica finale della regular season ad East. Nel primo quarto di gioco i padroni di casa partono subito forte con un Kevin Love in formato playoff che, proprio al pronti-via, realizza 10 punti in velocità, costringendo i Pacers ad inseguire fin da subito. Paul George & co. sono squadra vera e non si sfaldano nonostante la grande percentuale tenuta dai Cavs, forti di un 65% da videogioco nel primo periodo, tenendo botta grazie all’apporto dell’intero roster che permette di limitare i danni ad un 34-29 iniziale.

Nel secondo quarto di gioco le cose non cambiano, con i Cavs a trovare canestri grazie alle imbeccate di LeBron James che, finalmente, inizia anche a fare canestro dal campo e ad attivarsi in prima persona offensivamente, così come viene dimostrato dai numeri collezionati a fine primo tempo: 14 punti, 8 assist e 4 rimbalzi. Indiana barcolla leggermente ma grazie all’apporto del trio (più uno) Teague-George-Brooks-Ellis, e con una spruzzata di Lance Stephenson, chiude il primo tempo con uno svantaggio ancora recuperabile: è 66-59 sulla sirena del 24esimo minuto.

Il secondo tempo inizia con un George come sempre in formato superstar playoff, ed è proprio lui a tenere i Pacers a contatto con i Cavs, con unghie e denti nonostante il +12 conquistato dai padroni di casa a poco più di 2 minuti dal termine del terzo periodo. I Big-3, infatti, fanno la voce grossa e, nel 92-84 di fine quarto, sono già 64 i loro punti combinati. Negli ultimi 12 minuti le cose, però, cambiano. Indiana tira fuori tutte le proprie energie ed il protagonista è quello che non ti aspetti: Lance Stephenson, che ha chiuso con 16 punti e 7 rimbalzi, con grande efficacia dal campo (8/13). E’ lui a dare il là alla rimonta degli ospiti che, canestro dopo canestro, sentono di poter ritornare in partita, tanto da riuscire a passare in vantaggio sul 105 a 103 dopo aver chiuso un parziale di 11-0 completato dalla tripla di Jeff Teague. Negli ultimi 150 secondi i Cavs si affidano alle giocate del proprio Re ma è Kyrie Irving a fare la differenza con due rubate letali che rimettono a posto le cose in casa Cleveland, ritornando in vantaggio. Paul George non ci sta, segna la tripla siderale dalla lunga distanza e riporta a -1 i suoi (108-109), riuscendo ad ottenere anche l’ultimo tiro, e la possibilità di vincere con 20 secondi sul cronometro. Qui succede quello che ti aspetti: Paul George viene raddoppiato ed è costretto a scaricare la palla a CJ Miles che prova il buzzer-beater finale, fallito, con conseguente rimprovero nella conferenza stamp-post partita.

Top-scorer delle due squadre sono stati due grandi nomi: LeBron James (32 punti, 12 assist e 6 rimbalzi) e Paul George (29 punti, 5 rimbalzi e 7 assist).

Highlights:

Precedente1 di 4




Indiana Pacers-Cleveland Cavaliers 108-109

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.