Seguici su

New York Knicks

Charles Oakley non potrà più entrare al Madison Square Garden

La proprietà dei Knicks ha deciso di prendere una decisione drastica, non condivisa dai fan

James Dolan

Dopo gli eventi degli scorsi giorni e dopo aver licenziato il capo della sicurezza del Madison Square Garden, James Dolan, proprietario degi New York Knicks ha deciso di vietare l’ingresso all’arena a Charles Oakley, aggiungendo però che si tratta di un divieto non necessariamente a vita ma che potrà, in futuro, essere revocato.

Secondo quanto raccontato da Dolan, alla base di questa decisione ci sarebbe la volontà di garantire la sicurezza all’interno dell’Arena, obbiettivo che secondo il proprietario non è stato raggiunto in occasione dello scontro con Oakley (che, secondo il parere del proprietario di New York, non si sarebbe neanche dovuto poter sedere al suo posto, motivo per cui il capo della sicurezza, Frank Benedetto, è stato licenziato).

Inoltre Dolan ha parlato anche di presunti problemi con l’alcool che affliggerebbero Oakley, e che sarebbero stati la causa dello scontro dell’altra sera. Ovviamente questa versione va diametralmente contro quella rilasciata da Oakley, che ha dichiarato di essere stato interpellato mentre lui si stava semplicemente godendo la partita.

Si tratta dell’ennesimo problema nella stagione dei Knicks, che dopo le discussioni tra Anthony e Jackson, sfociate nel tentativo tutt’ora in corso da parte della dirigenza di New York di scambiare il loro numero 7, si trova in un’altra situazione scomoda, dato che Oakley è una figura amata da tutta la città di New York (che nella partita di stanotte contro i Nuggets hanno intonato il coro “Free Oakley“) e dai giocatori (come dimostrato ieri da LeBron James) ma invece non ben voluta dalla proprietà.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in New York Knicks