Seguici su

Indiana Pacers

Paul George: “Possiamo segnare 115 punti a partita.”

Il leader dei Pacers fissa in alto l’asticella offensiva

George

I Pacers sono tra le squadre ad aver cambiato di più in estate. Partiti George Hill, Ian Mahinmi e Solomon Hill, sono arrivati Jeff Teague, Al Jefferson e Thaddeus Young, per un team che sembra avere ancora più talento, soprattutto offensivo, a roster. Anche Paul George, leader assoluto e miglior giocatore dei Pacers, ne è convinto.

RUN & GUN

Queste le parole di George in merito, rilasciate a Indy Star:

In questa preseason stiamo giocando più liberi. Dobbiamo adattarci a uno stile di gioco più offensivo e dinamico. Ci vorrà tempo, ma appena completeremo questa transizione potremo segnare 115 punti in ogni partita.

L’ipotetico starting five Pacers, con Teague, Monta Ellis, George, Young e Myles Turner, pare più che adatto a correre, grazie al giusto mix tra esplosività e attitudine a giocare in transizione. Qualche dubbio rimane, legato principalmente alla scelta, da parte del Team President Larry Bird, di assumere come nuovo coach Nate McMillan.

McMillan non è noto come allenatore “pace-oriented”; anzi, i suoi Blazers edizione 2010-2011 (ultima stagione in cui coach Nate ha allenato per un’annata intera) hanno chiuso con il pace più basso dell’intera NBA.

Resta da vedere se i nuovi Pacers, con George sempre più calato nella parte del condottiero carismatico (e a volte un po’ smargiasso), riusciranno ad adeguarsi allo stile del coach, e viceversa. Lo scorso anno, sotto Frank Vogel, Indiana ha chiuso col decimo miglior pace dell’NBA.

 

NEWS NBA

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in Indiana Pacers

Stiamo aggiornando la nostra Informativa sulla Privacy in ottemperanza al nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR).
Chiudendo questo disclaimer verrà settato un cookie a conferma della presa visione di questo avviso.