Seguici su

Boston Celtics

Kevin Garnett: “Jeff Green mi ricorda James Worthy”

Jeff Green è forse l’acquisto migliore dei Boston Celtics per la stagione che partirà settimana prossima. Dopo aver saltato, infatti, la stagione scorsa Green è tornato a giocare ad alti livelli, come dimostrano i suoi 13,9 punti a partita (durante la preseason) tirando con il 49,4%. Scambiato con Kendrick Perkins (ad OKC) nel mese di febbraio 2011, l’ala grande non è mai stata messa in dubbio durante i mesi di assenza, come viene rivelato anche dal GM dei Boston:

“Quando è arrivato dallo scambio effettuato con i Thunder a 24 anni, era un titolare fisso che giocava 35 minuti a partita. Sicuramente per lui era una esperienza ed un obiettivo che sarà difficile ottenere in questo campionato. Abbiamo sempre pensato che comunque Jeff possa continuare a crescere e che sia sempre sulla buona strada per diventare più forte. Non penso che l’operazione possa mandarlo sulla via sbagliata o possa limitare questa crescita, ha solo bisogno di tempo per tornare in forma, ma basta vedere quello che sta facendo in campo per capire che continua a migliorare. Sono sicuro che non ha ancora mostrato tutto il suo potenziale. Inoltre ora che la squadra è un po’ più vecchia e rinnovata, Jeff potrebbe affermarsi come un elemento essenziale per i Celtics, ma molto dipende dal suo ruolo all’interno del team. Quando giocava con Durant e Weestbrook erano loro ad avere le chiavi del gioco, quando invece è passato a Boston ha dovuto affermarsi in una squadra che aveva tra le proprie fila ben 4 All-Stars, ora è il suo turno.”

Anche il compagno di squadra KG pensa che Jeff abbia vissuto una situazione difficilissima che lo ha fatto maturare abbastanza da essere in grado di raggiungere qualsiasi obiettivo prefissato con i Celtics:

“Mi ricordo quando lo vidi per la prima volta qui a Boston, forse in quel momento stava cercando di capire quale fosse il suo preciso ruolo nel team, a volte esitava troppo. Ora le cose sono molto diverse, il suo approccio lo è, capisce che ruolo ha all’interno della squadra e sa come deve giocare, a tutto questo si aggiunge anche una rinnovata aggressività. Avremo bisogno di lui, io gli ho detto che per me lui ha uno stile di gioco da vecchia scuola, come quello di James Worthy, me lo ricorda molto. Inoltre sono molto felice per lui perchè vedo che gioca come se fosse sempre ‘fresco’, ama quello che fa.”

Michele Ipprio
@mikeaip

Parti in viaggio con noi a Miami dal 21 al 28 marzo: due partite NBA con Fan Experience (riscaldamento da bordocampo e meet & greet) e una bella vacanza a South Beach!

SCOPRI L'OFFERTA DI LANCIO SU LESGOUSA.IT

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Boston Celtics