Seguici su

News NBA

Paul George non si aspetta una grande accoglienza al suo ritorno in Indiana: “So già che sarò fischiato”

Domani Paul George tornerà per la prima volta da avversario ad Indianapolis, contro i Pacers con cui ha giocato per tutta la sua carriera Nba, prima della trade che lo ha portato ai Thunder la scorsa estate.

Paul George

Domani Paul George e i suoi OKC Thunder saranno impegnati contro gli Indiana Pacers; per l’All Star sarà il suo primo ritorno ad Indianapolis da avversario. In estate infatti i Pacers, dopo le dichiarazioni dell’ala che aveva detto di non voler rimanere con la squadra al termine del proprio contratto, lo hanno ceduto via trade ai Thunder in cambio di Oladipo e Sabonis.

Per come si è svolta tutta l’operazione, George sa già che domani il clima sarà infuocato, e il pubblico dei Pacers gli riserverà un’accoglienza speciale.

Se ci saranno dei boo domani, dei fischi? Onestamente, penso che non possa andare in altro modo; i fans dei Pacers sono molti di più rispetto ai fan di Paul George. Quindi so già che sarò fischiato domani, ma proverò a far finta di nulla. Anzi, lascerò che l’ambiente ostile mi carichi al massimo. Mi darà l’energia per giocare meglio.

Dopo la trade, in molti hanno attaccato i Pacers, visto che sembravano averci perso troppo cedendo una star del calibro di George, ma in questo inizio di regular season la franchigia di Indiana ha dimostrato a molti di aver sbagliato con le loro valutazioni. Oladipo infatti sta avendo la sua miglior stagione in Nba, viaggiando a più di 24 punti di media a partita, e anche Sabonis sta avendo ottimi numeri (12. punti e 6.5 rimbalzi); i due stanno portando i Pacers al quinto posto della Eastern, in piena lotta Playoff.

Opposta la situazione ai Thunder, che tutti si aspettavano in lotta per qualcosa di importante nella Western dopo l’arrivo appunto di Paul George e di Carmelo Anthony dai Knicks; invece la squadra di OKC sta faticando, come dimostra il record di 12 vinte e 14 perse, e al momento si trova fuori dai Playoff.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA