JR Smith: “Crowder è un illuso se si aspetta delle scuse”

JR Smith: “Crowder è un illuso se si aspetta delle scuse”

JR Smith torna a parlare di quanto successo negli scorsi playoff, quando ha colpito con un pugno Joe Crowder.

JR Smith

Primo turno dei playoff NBA 2015, gara-4 tra Boston Celtics Cleveland Cavaliers con Lebron James e compagni ampiamente in controllo (3-0 nella serie, 20 punti di vantaggio all’intervallo del quarto episodio). Nel primo quarto Kelly Olynyk mette (in modo più o meno volontario) fuori uso la spalla di Kevin Love, costringendolo ad abbandonare il campo e rendendo il clima di una partita già scritta incredibilmente teso. Ad inizio secondo tempo JR Smith (un personaggio che sembra trovarsi a proprio agio quando l’aria si fa pesante) e Jae Crowder lottano per prendere posizione sotto canestro, quando il giocatore dei Cavs “sbraccia” in maniera esagerata colpendo l’avversario con un pugno e provocandogli, nella caduta, una distorsione al ginocchio.

In occasione della partita andata in scena la scorsa notte tra questa due squadre, Crowder aveva dichiarato di aspettare ancora le scuse di Smith per l’accaduto, ma il #5 ha così risposto a Chris Haynes di Cleveland.com:

Se Crowder si aspetta delle scuse può risparmiare il fiato e credo che sia abbastanza sfacciato a chiedere delle scuse ad un altro uomo

Finisce tutto qui o sarà l’inizio di una telenovela che ci porteremo appresso per i prossimi mesi? Difficile dirlo ad oggi, ma nel frattempo vi riproponiamo il video dell’accaduto:

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy