Seguici su

Detroit Pistons

Gemelli di nuovo insieme? I Pistons pensano a Markieff Morris

Nonostante le dichiarazioni di facciata, Markieff Morris non si è ancora rassegnato alla separazione dal gemello Marcus e la volontà di lasciare i Suns rimane forte. E così pensano al giocatore proprio i Pistons, che potrebbero ricongiungere i fratelli dotandosi anche di un’ala dalle caratteristiche adatte al gioco di Van Gundy

Il legame tra gemelli, si sa, è sempre molto stretto e la separazione rimane un trauma per questo particolare tipo di fratelli. Lo dimostrano perfettamente, nel mondo NBA, i due gemelli Morris, Markieff e Marcus, quasi sempre insieme nel corso della propria carriera (tre anni a Kansas e due a Phoenix), cercando inevitabilmente di ricongiungersi nel momento in cui fossero stati separati. E dopo che fu Marcus a raggiungere il gemello in Arizona da Houston, dove era stato scelto come quattordicesima pick del Draft del 2011 subito dopo Markieff, stavolta potrebbe essere proprio quest’ultimo a fare le valigie per riabbracciare il fratello, finito in estate a Detroit.

I Pistons si sarebbero infatti mossi per sondare le acque per un approdo del secondo gemello Morris nel Michigan, peraltro ben più appetibile tecnicamente parlando (Markieff ha chiuso la scorsa stagione con 15.3 punti e 6.2 rimbalzi in 31 minuti, senza saltare una sola gara e partendo sempre in quintetto). Per ora si parla solo di un interessamento, che potrebbe però risolversi felicemente vista la forte volontà del giocatore di lasciare i Suns: in particolare la prospettiva di ricongiungersi nuovamente con il fratello non può che essere più che allettante per l’ex Jayhawks.

Leggi anche: Markieff Morris su Twitter: “Il mio futuro non sarà a Phoenix”

Un malumore, quello di Markieff Morris verso la propria franchigia, esploso proprio a causa della cessione estiva del fratello, spedito ai Pistons per mere questioni salariali. La volontà di rimanere a Phoenix, espressa in questi giorni durante il training camp, pare la più classica delle dichiarazioni di facciata, visto che poco tempo prima Markieff aveva pubblicamente richiesto la propria cessione alla franchigia (dichiarazione peraltro pagata a caro prezzo, vista la multa di 10.000 dollari inflitta al giocatore per questa uscita pubblica). Dal canto loro, i Pistons e coach Van Gundy non possono che guardare con interesse alle doti di stretch four dell’ala 26enne, perfettamente adattabili alle idee di gioco del fratello di Jeff, e con Marcus in squadra potrebbero avere il jolly per assicurarsi anche i servizi di Markieff: staremo dunque a vedere se a questo interessamento seguirà qualcosa di concreto, e completare quello che teoricamente potrebbe essere un possibilissimo matrimonio annunciato.

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Detroit Pistons