Seguici su

Rumors

Lakers, Kobe chiama DeAndre

I Los Angeles Lakers sono decisi a ritornare a competere per le alte vette della Western Conference e non più per le posizioni di rincalzo come gli ultimi anni bui. Per farlo, il general manager, Mitch Kupchak, è al lavoro per allestire un roster di spessore che permetta di lottare nella giungla dell’Ovest per un posto nei Playoffs.

La free agency è alle porte e sono tanti gli elementi su cui i Lakers hanno messo gli occhi: Kevin Love, LaMarcus Aldridge e DeAndre Jordan. Proprio il centro dei rivali cittadini dei Clippers è uno degli obiettivi primari per rafforzare il frontcourt e dare una presenza dominante sotto le plance a coach, Byron Scott.

Che i Lakers facciano sul serio, è testimoniato dalla scesa in campo in prima persona del leader assoluto dei gialloviola: Kobe Bryant. Il Black Mamba avrebbe telefonato a DeAndre nella giornata di ieri per metterlo al corrente una volta di più che i cugini angeleni lo vogliono per davvero. La notizia è stata riportata da Brad Turner del Los Angeles Times.

DeAndre è atteso da giorni decisivi per il suo futuro, giorni in cui incontrerà le delegazioni delle diverse squadre che lo inseguono. Si parte domani coi colloqui negli uffici della Relativity Sports – società che cura gli interessi di Jordan – in quel di Beverly Hills dove sfileranno nell’ordine Dallas Mavericks, Milwaukee Bucks, New York Knicks ed infine proprio i Lakers.

Giovedì invece l’ultimo meeting riservato alla franchigia che lo ha scelto al Draft 2008 alla numero 35 e con la cui maglia ha giocato tutte le 7 stagioni disputate finora nella Lega. Sicure le presenze del proprietario dei Clippers, Steve Ballmer, e del coach, Doc Rivers, che offriranno un contratto al massimo salariale per trattenerlo nonostante le ultime frizioni con Chris Paul.

Le pretendenti sono tante per DeAndre che dovrà decidere quale causa sposare per le stagioni prossime: secondo gli insiders, le favorite sono Mavs e Clipps ma chissà che la chiamata di Kobe non possa cambiare gli equilibri e convincere il prodotto di Texas A&M a vestire la casacca gialloviola.

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri in Rumors