Seguici su

News NBA

Preseason NBA: Mavs a valanga su Charlotte, Orlando piega Boston

Nella notte i Knicks vincono contro i Pistons, bene anche Utah, OKC, Indiana e Suns

Sta per volgere al termine la preseason NBA, dove questa notte si sono giocate sette partite: i Phoenix Suns passeggiano su Portland, così come Dallas travolge senza pietà gli Hornets; bella vittoria per gli Utah Jazz contro i Bucks campioni in carica, mentre spicca la vittoria di OKC ai danni dei Denver Nuggets. Vediamo nel dettaglio quanto successo nella notte.

Memphis Grizzlies – Indiana Pacers 107-109 

Partita pimpante alla Bankers Life Fieldhouse dove i Grizzlies riescono a indirizzare la partita sui propri binari: nell’ultimo periodo, però, Indiana ingrana la marcia e ribalta il risultato. Con 30 punti a referto Sam Merrill  è la stella più luminosa in casa Grizzlies, dove spiccano anche le prestazioni di Ziaire Williams (19 punti, cinque rimbalzi) e John Konchar, autore di 16 punti, otto rimbalzi e sei assist. I traghettatori di Indiana sono il solito Domantas Sabonis con i suoi 24 punti e 13 assist, seguito da Chris Duarte (21 punti, sei rimbalzi e quattro assist) e da Jeremy Lamb, che mette a referto 20 punti.

Detroit Pistons – New York Knicks 100-108 

Terza vittoria consecutiva in questa preseason NBA per i Knicks, che nella notte vincono sui Detroit Pistons: dopo un inizio scoraggiante, New York prende le redini della gara conducendola senza problemi. Prestazione super di Julius Randle, autore di 29 punti, 11 rimbalzi e cinque assist, seguito da Taj Gibson (21 punti e nove rimbalzi) e Derrick Rose, che mette a referto 14 assist e cinque assist. In casa Pistons bene Jerami Grant e i suoi 18 punti, coadiuvato da Frank Jackson con i suoi 15 punti, sette rimbalzi e tre assist.

Boston Celtics – Orlando Magic 102-103 

Vittoria al fotofinish di Orlando che trova il successo nell’ultimo quarto: RJ Hampton, entrato dalla panchina, trascina i suoi con 20 punti accompagnati da otto rimbalzi; bene anche Wendell Carter Jr., autore di 13 punti e nove rimbalzi. I Celtics orfani delle loro superstar si affidano alle spalle di  Aaron Nesmith, top scorer della serata con 23 punti, coadiuvato dai 12 punti di Langford e gli 11 dalla panchina di Theo Pinson.

Precedente1 di 2
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA