Seguici su

News NBA

Carmelo Anthony torna sulla trade Nuggets-Knicks: “Era una decisione da prendere”

Nel 2011 Anthony arrivò nella grande mela. Rimane ancora il mistero di cosa sarebbe successo se la trade fosse stata conclusa da un’altra squadra

carmelo anthony

Sono passati 10 anni dalla trade che vide costretto Carmelo Anthony lasciare i Denver Nuggets per raggiungere i New York Knicks.

Ospite del WOJ POD, podcast curato da Adrian Wojnarovski di ESPN, il giocatore ha raccontato quei giorni durante la pausa dell’All-Star Game, costantemente martellati dalle insistenti voci di mercato.

Anthony ha fatto parte dei Nuggets per le prime sei stagioni della sua carriera in NBA, ma le intenzioni della dirigenza di voler ricostruire il team hanno spinto il giocatore a cercare un’altra squadra.
Sul tavolo delle trattative si sono presentate molte franchigie quali gli Utah Jazz, i Los Angeles Lakers, i Brooklyn Nets e solo più tardi i Knicks. Con questi ultimi si è trovata infine l’intesa, la destinazione preferita da Anthony:

“Ci siamo detti che dovevamo davvero prendere questa decisione. Se New York doveva essere il posto giusto, dovevamo solo sederci, metterci d’accordo e renderlo possibile.”

Le parti giunsero finalmente ad un accordo alle 03:00 di notte del 22 febbraio, trade che portò a Denver Danilo Gallinari, Wilson Chandler e diverse scelte al Draft del primo giro.

In quella stessa stagione, dopo alcuni anni di sofferenze i Knicks raggiunsero i Playoff. Fu la prima di tre apparizioni consecutive nella postseason che, oltre ai risultati sul campo, hanno permesso ad Anthony di affermarsi come vera e propria icona della franchigia.

Attualmente il giocatore dei Portland Trail Blazers non mostra evidenti segnali di cedimento e, con 13 punti, 3.5 rimbalzi e 1 assist di media a partita a 36 anni, fornisce ancora un importantissimo contributo alla squadra guidata da Damian Lillard.

Leggi anche:

NBA, Westbrook loda Lillard: “Fa cose da grande giocatore”

Mercato NBA, i Milwaukee Bucks mettono nel mirino P.J. Tucker

NBA, Damian Lillard critica la scelta dei T’Wolves sul nuovo coach

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA