Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Ron Adams è sicuro: “Andrew Wiggins può diventare una stella”

Andrew Wiggins sarà presto una stella NBA secondo Ron Adams, assistente allenatore dei Golden State Warriors. Il ragazzo canadese possiede un immenso talento offensivo, ma può migliorare ancora esponenzialmente, soprattutto sfruttando le sue insospettabili abilità difensive

Andrew Wiggins

Andrew Wiggins è sbarcato in NBA nel 2014, dopo essere stato selezionato con la prima scelta assoluta nel Draft di quell’annata dai Cleveland Cavaliers. Definito sin dai tempi dell’high school “il futuro cestistico del Canada“, appariva agli occhi degli osservatori come il liceale più dominate in assoluto dai tempi di LeBron James.

Giocatore dal fisico longilineo, dal grande talento offensivo e dall’atletismo misterioso, non si è mai dimostrato un All-Star in queste sue prime stagioni NBA, deludendo parecchio la dirigenza dei Timberwolves, fidatasi ciecamente di lui tanto da fargli firmare un contratto al massimo salariale. Caratterialmente non è mai stato dei più mordaci e l’esperimento di affiancargli Karl-Anthony Towns, per creare il futuro duo più dominate della lega, è naufragato per problemi di convivenza sul campo dei due.

Wiggins, in seguito a uno scambio che ha visto D’Angelo Russell approdare a Minneapolis, è così giunto alla corte di coach Steve Kerr, intenzionato a renderlo un giocatore titolare e influente di una squadra da titolo. Ron Adams, storico assistente dell’ex giocatore dei Bulls, ha speso parole importanti nei riguardi del ragazzo canadese, che a suo avviso potrebbe presto assurgere al tanto atteso status di stella:

La gente guarda sempre i punti segnati e le percentuali messe a referto per etichettare i giocatori. Andrew non ha tirato particolarmente bene con noi, ma si è dimostrato un giocatore totale e completo. Possiede grande istinto offensivo per la penetrazione in area, ma ciò che mi ha colpito è la sua difesa sulla palla. Si offre sempre per difendere contro i migliori della lega e difficilmente va visibilmente in affanno. Può certamente migliorare a rimbalzo, diventare più costante dall’arco e deve imparare a dare ritmo al suo movimento di tiro: se caricasse di più con la parte inferiore del corpo, sbaglierebbe ben più di rado. Abbiamo altri grandissimi giocatori che lo faranno crescere esponenzialmente, inculcandogli anche una mentalità vincente. Il cielo è l’unico limite di Andrew Wiggins.”

Leggi anche:

La NBA proporrà una ripartenza a 22 squadre: ecco la formula completa

 Stephen Jackson promette di occuparsi della figlia di George Floyd

Steve Kerr si schiera a favore dei giovani manifestanti

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors