Seguici su

News NBA

La NBA aveva pensato all’acquisto della Spalding

Negli anni passati la NBA aveva riflettuto sulla possibilità dell’acquisto delle quote Spalding, poi le cose non andarono. E dal 2021 i palloni saranno affidati alla Wilson

acquisto spalding

Come è noto la NBA ha deciso di cambiare partner per la fornitura dei palloni da gioco officiali. Dopo oltre 30 anni di collaborazione, la Lega americana ha deciso di concludere il proprio rapporto con la Spalding, accordandosi con la Wilson. Un cambio che permetterà alla NBA di collaborare attivamente alla creazione di nuovi prodotti, ma che lascia perplessi i più affezionati al pallone diventato icona della pallacanestro. Ora emerge un nuovo retroscena tra la Lega ed il suo storico fornitore. Pare che infatti che fu preso in considerazione anche l’acquisto della Spalding stessa da parte della NBA.

A dichiararlo Salvatore LaRocca, figura centrale del business commerciale NBA, in una intervista rilasciato a The Athletic. Era il periodo in cui la Spalding era in vendita, ad inizio nuovo millennio, prima che diventasse parte del gruppo Russell:

“Tutto e niente era sul tavolo. Parlammo di tutte queste cose. Join venture, nuovi modelli. Nell’arco degli ultimi anni semplicemente non potemmo più essere d’accordo su come loro vedevano le cose.”

“Non scorre cattivo sangue. Abbiamo esplorato diverse strade per strutturare il nostro rapporto, per migliorare il gioco. Non ci fu mai animosità. Avevamo semplicemente idee diverse”

Una dichiarazione, quella di LaRocca, che evidenzia la lungimiranza e l’attenzione della Lega verso ogni singolo particolare. L’acquisto infatti di una parte delle quote Spalding avrebbe significato non solo la partecipazione alla commercializzazione dei palloni da basket, ma anche un controllo diretto nella produzione degli stessi, potendo garantire il miglior prodotto possibile in relazione all’evoluzione del gioco.

La partnership con la Wilson infatti, vedrà anche un’equipe di giocatori coinvolti nella progettazione e realizzazione del pallone, proprio per rispondere a queste esigenze.

 

Leggi anche:

Sam Smith su The Last Dance: “Michael Jordan ha detto tante bugie”

la NBPA conferma: “I giocatori vogliono tornare a giocare”

Damian Lillard avverte: “Non giocherò senza la possibilità di andare ai Playoff”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA