Seguici su

L.A. Lakers

Caso Arbery, LeBron James incredulo: “Siamo sempre sotto tiro”

L’omicidio che sta scuotendo l’opinione pubblica statunitense ha suscitato un’ondata di indignazione e proteste tra la popolazione afroamericana, capitanata dai giocatori NBA come LeBron

Nelle ultime ore, specialmente da parte degli atleti afroamericani NBA, è montata un’enorme onda di proteste, rabbia e indignazione dopo l’omicidio di Ahmaud Arbery, 25enne della Georgia ucciso mentre faceva jogging nel suo quartiere. I due sospettati dell’omicidio, ripresi in un video amatoriale sono due uomini armati, padre e figlio.

L’ennesimo brutale omicidio ha risollevato le proteste mai sopite riguardo il razzismo ancora serpeggiante nella popolazione americana. Il video amatoriale che mostra l’accaduto ha portato molti atleti ad esprimersi, tra cui LeBron James:

https://www.instagram.com/p/B_3M3wugy38/?utm_source=ig_embed

I due sospettati dell’omicidio, Gregory McMichael e suo figlio, non sono stati accusati nonostante la loro identificazione nel video diffuso. Tutto ciò ha contribuito all’ondata di indignazione, proseguita sui social anche da parte di altri atleti.

Damian Lillard:

View this post on Instagram

Smfh

A post shared by Damian Lillard (@damianlillard) on

Stephen Curry:

Kyrie Irving:

Parti in viaggio con noi a Miami dal 21 al 28 marzo: due partite NBA con Fan Experience (riscaldamento da bordocampo e meet & greet) e una bella vacanza a South Beach!

SCOPRI L'OFFERTA DI LANCIO SU LESGOUSA.IT

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers