Seguici su

News NBA

NBA, Paul Gasol: “Tornare in campo? Pensiamo prima alla pandemia”

Il centro spagnolo è ancora alle prese con qualche problema fisico che ne sta impedendo il rientro in campo

Pau Gasol

Pau Gasol non vuole mollare il colpo. L’ex giocatore dei Los Angeles Lakers da ormai 1 anno sta tentando il rientro in campo con l’obiettivo di tornare a giocare per le Olimpiadi di Tokyo 2020. Chiaro che il centro catalano dovrà comunque attendere la decisione da parte del CIO sull’eventuale slittamento del torneo Olimpico a causa della pandemia che sta purtroppo interessando il mondo intero. Queste le parole di Gasol rilasciate a “El Pais”:

“Vivo tutto questo come tutti gli altri, con grande preoccupazione, con grande sensibilità, con molta responsabilità personale, familiare e sociale. È un momento, come società, come paese, come mondo, dobbiamo essere molto responsabili , seguire le raccomandazioni dell’OMS e dei nostri governi e vincere la battaglia contro il virus.”

Come detto, il catalano nel frattempo sta tentando di recuperare da un grave infortunio al piede che non gli sta dando tregua da diversi mesi, ma intanto il suo processo di riabilitazione continua anche da casa:

“Sono molto fortunato a poter continuare a lavorare sulla mia riabilitazione a casa. Sono uno dei privilegiati perché sono in una fase del mio recupero in cui non ho bisogno di troppo movimento o di troppi strumenti.”

Poi quando gli viene chiesto del suo futuro, lui risponde così:

“Ora siamo a un livello, sebbene avanzato, di incertezza su quale sarà il futuro. Ma allo stesso tempo, lo affronterò con speranza e ottimismo. E spero che nelle prossime settimane riceverò buone notizie quando eseguiremo i test per verificare come sta l’osso. Ora, la mia speranza è di poter giocare ancora.”

Il ritiro, purtroppo per lui, sembra rimanere ancora un’opzione valida nel caso in cui non dovesse riuscire a recuperare completamente dall’infortunio:

“Con questo processo di recupero, è senza dubbio inevitabile pensare al ritiro. E tenendo anche conto che tra qualche mese avrò 40 anni anni… Quindi è sicuramente nella mia testa. Ora, la priorità è superare questa pandemia. Tutto il resto è completamente secondario. “

 

LEGGI ANCHE

Le 15 partite NBA che hanno fatto la storia da rivedere in quarantena

I 10 giocatori NBA più pagati durante la stagione 2019-2020

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA