Seguici su

L.A. Lakers

È morto Kobe Bryant: caduto il suo elicottero a Malibu, con lui anche la figlia Gianna

L’ex stella dei Los Angeles Lakers coinvolto in un incidente con il suo elicottero

Kobe Bryant

Incredibile notizia giunta dagli Stati Uniti che scuote l’intero mondo NBA, Kobe Bryant è morto a causa di un incidente con il suo elicottero a Malibu, nei pressi di Los Angeles. L’ex stella dei Los Angeles Lakers era a bordo del suo velivolo privato quando, a causa di un problema ancora da accertare, il mezzo è precipitato, prendendo immediatamente fuoco.

Inizialmente, da più fonti, era stato ipotizzato che insieme a lui ci fossero state anche tutte le figlie, ma la notizia è stata  smentita poco dopo, mentre è stato confermato fin da subito che la moglie Vanessa non è coinvolta nell’incidente.

Un nuovo aggiornamento di TMZ, riporta che insieme a Kobe ci fosse anche la piccola Gianna Maria. La figlia dell’ex numero 24 gialloviola aveva solo 13 anni. I due si stavano dirigendo insieme verso la Mamba Academy.

Le persone che hanno perso la vita nell’incidente sono ben 9, tra cui il pilota dello stesso elicottero. Le vittime sono: Payton Chester, Alyssa Altobelli (compagna di squadra di Gianna, ndr), il padre di Alyssa, ossia John Altobelli (56enne coach di baseball dell’Orange Coast College, ndr) e la madre Keri, Christina Mauer, 38 anni, allenatrice di basket femminile dell’accademia di Bryant, Sarah Chester (madre di Payton), Ara Zobayan, pilota del velivolo, Kobe Bryant e Gianna Bryant.

Gli ultimi aggiornamenti da parte delle autorità parlano di un incidente causato dall’intensa nebbia che ha colpito la zona nella Contea di Orange, a sud di Los Angeles, poco dopo le 9 del mattino. L’elicottero del giocatore si è schiantato precisamente a Calabasas, su una collina alta circa 420 metri. Sembrerebbe che l’elicottero stesse volando a circa 160 nodi (circa 300 km/h) mentre scenda a 1279 metri al minuto. Un impatto estremamente violento.

Kobe Bryant “lascia” agli appassionati NBA il ricordo di un giocatore capace di vincere cinque titoli con la canotta dei Los Angeles Lakers, due medaglie d’oro alle Olimpiadi, due volte MVP delle Finali e una volta MVP della regular season nel 2008, nonché quarto marcatore assoluto nella storia della lega, appena passato (nella giornata di ieri) da LeBron James.

 

LEGGI ANCHE:

NBA, LeBron James commenta il sorpasso su Kobe Bryant

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers