Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: Giannis strapazza i Knicks, vittoria e piegamenti a Philadelphia. Notte fonda per i Warriors, Indiana batte gli incerottati Grizzlies

Gara senza storia al Fiserv Forum di Milwaukee, dove i Knicks quasi si dimenticano di scendere in campo. Vincono, ma non senza soffrire, i Bulls a Sacramento, mentre gli Hawks impartiscono una severissima lezione agli irriconoscibili vicecampioni uscenti. A Philly c’è tempo anche per un po’ di sana attività fisica, con James Ennis che festeggia in anticipo la vittoria sui Jazz con tre piegamenti sulle braccia

risultati nba

Phoenix Suns 109 – 104 Charlotte Hornets

Vittoria esterna dei Suns allo Spectrum Center di Charlotte, dove i padroni di casa si lasciano sorprendere dalle triple di Kelly Oubre Jr. dopo essere quasi riusciti a rimontare uno svantaggio apparso incolmabile per larghi tratti della gara. Già, perchè Booker e soci avevano iniziato il match con il piede sull’acceleratore, racimolando ben venti punti di vantaggio nel primo tempo, vantaggio che poi la squadra di Sua Maestà Michael Jordan era riuscita a vanificare a un minuto dal termine. A quel punto, con gli Hornets avanti, ci ha pensato Oubre Jr., protagonista di un deludente 0-7 nelle sue prime conclusioni dal campo, a riportare i suoi in testa con due triple consecutive. Due tiri liberi di Ricky Rubio hanno poi portato il risultato sul 107-104, prima che Devonte Graham sciupasse la chance di pareggiare con un airball. Tanti errori per i padroni di casa, che possono consolarsi almeno in parte con il season-high da 22 punti di Marvin Williams. 23 punti a testa per Booker e Oubre Jr., doppia doppia da 16 punti e 10 rimbalzi per Dario Saric.

Golden State Warriors 79 – 104 Atlanta Hawks

Notte fonda per i vicecampioni in carica dei Golden State Warriors, che ad Atlanta incappano in una brutta sconfitta al termine di una gara caratterizzata dalla bassissima età media dei due roster, detentori dei due peggiori record della lega. Gara evidentemente condizionata dalla difficoltà di entrambe le squadre di trovare la via del canestro – season-low alla voce punti sia per i Warriors che per gli Hawks – con i padroni di casa che però riescono a sfruttare con maggiore continuità le lacune difensive degli ospiti, apparsi in grande difficoltà in entrambe le metà campo sin dalle primissime battute di gioco. Ciò nonostante, i Warriors erano riusciti a chiudere il primo quarto in vantaggio per 23-20, prima che De’Andre Hunter mettesse a segno sei punti consecutivi, che daranno il là alla fuga dei padroni di casa, che mettono fine ad una striscia di dieci sconfitte consecutive contro degli irriconoscibili Warriors. 24 punti e 7 assist per Trae Young, mentre per Golden State si segnalano i 24 punti conditi da 9 rimbalzi e 6 assist messi a referto da Eric Paschall e il ritorno dall’infortunio di Kevon Looney.

Indiana Pacers 117 – 104 Memphis Grizzlies

Non basta il season-high da 31 punti fatto registrare da Jaren Jackson Jr. ai Grizzlies per avere la meglio sugli Indiana Pacers di coach McMillan, che mandano sette giocatori in doppia cifra ed espugnano il FedEx Forum. Gara mai realmente in discussione, con gli ospiti che si ritrovano in vantaggio già dai primi minuti di gioco e hanno il merito di aver amministrato il risultato senza mai rischiare il ritorno dei padroni di casa, che pagano le assenze, tra gli altri, dei vari Morant, Valanciunas e Anderson. Oltre al già citato Jackson, anche Solomon Hill e Dillon Brooks, con rispettivamente 22 punti e 6 rimbalzi e 19 punti e 7 rimbalzi, hanno tentato invano di non far rimpiangere gli assenti, ma la coralità di Indiana ha avuto la meglio. Con 19 punti e 9 rimbalzi Malcolm Brogdon flirta con la doppia doppia, siglata invece da Domantas Sabonis, che mette a referto 18 punti e 14 rimbalzi, a cui aggiunge anche 8 assist.

Precedente1 di 2
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA