Seguici su

Risultati NBA

Risultati NBA: Phila sulla sirena vince ancora, bene Milwaukee e Denver. Stenta ancora Brooklyn, notte fonda per Golden State

Sorprende tra i risultati la sconfitta dei Nets a Detroit, ancora in difficoltà. Per Golden State con un quintetto inedito è tutto nero. Imbattibilità prolungata per i Sixers, corsari a Portland e salvati da Korkmaz. Phoenix continua a sorprendere, Milwaukee batte Toronto

Phoenix Suns 114-105 Memphis Grizzlies

Che sia davvero arrivato il momento della svolta per i Suns? Phoenix vince e convince ancora in questo ottimo inizio di stagione, alzi la mano chi lo avrebbe predetto qualche settimana fa.
Ottimo inizio dei Suns, guidati dall’ottima partenza della loro stella più luminosa, Devin Booker. Il primo quarto li vede sopra di 7 punti. Memphis risponde nel secondo e con la loro tipica difesa più ruvida tiene gli avversari a soli 14 punti segnati e si porta avanti.
Nel terzo quarto la sfida svolta: Phoenix inizia a trovare le triple con continuità (16 a fine partita) e scava il solco con un parziale da 37 punti segnati. Memphis prova a rispondere nell’ultimo quarto, ma gli infortuni di Allen e JJJ non aiutano ad arginare il talento di Booker.

 

Toronto Raptors 105-115 Milwaukee Bucks

La sfida tra due delle superpotenze della Eastern Conference regala una sfida appassionante come da pronostico. Ad avere la meglio sono i padroni di casa, che partono a razzo con un primo quarto da 36 punti segnati e 17 concessi. I Bucks continuano a premere sull’acceleratore visto il ritorno dei Raptors guidato da Lowry:

L’onda lunga del rientro dei Raptors si infrange però sui Bucks nel quarto periodo quando, guidati ancora da uno straordinario Lowry, i canadesi segnano ben 40 punti e riducono lo svantaggio a sole 5 lunghezze. Nell’ultimo periodo coach Budenholzer striglia i suoi difensivamente: il risultato sono solo 15 punti concessi e una vittoria in saccoccia grazie ai canestri di Antetokounmpo, decisivo.

 

Charlotte Hornets 93-87 Golden State Warriors

Apriamo il recap con un tweet:

Curry, Thompson, Durant, Green (e il buon Damian Jones). Un anno fa era questo il quintetto titolare dei Golden State Warriors. 365 giorni dopo il mondo si è ribaltato e ad Oakland è diventata notte fonda. Anche Charlotte infatti ottiene la sua vittoria corsara al Chase Center, dove Golden State non tocca nemmeno quota 90 punti.
La nota positiva d’apertura per i Warriors è Paschall, davvero intraprendente e dominante a livello fisico. Il vantaggio nel primo quarto è in gran parte merito suo (e di un parziale da 17-4). Charlotte inizia la sua rincorsa molto alla lontana e dopo due quarti in equilibrio, mette la freccia per il sorpasso con 8 minuti rimasti sul cronometro del quarto periodo. Charlotte è avanti di uno ad un minuto dalla fine e ci rimane fino al termine.

 

Philadelphia 76ers 129-128 Portland Trail Blazers

Indubbiamente la partita più interessante e divertente della notte. Phila vince a Portland a fil di sirena e resta imbattuta, unica squadra in tutta la NBA, nonostante l’assenza di Embiid per squalifica dopo la rissa con Towns.
A partire meglio sono però i padroni di casa, grazie ad un insospettabile Mario Hezonja, autore già di 10 punti nei primi 12 minuti. Nel secondo quarto la palla (metaforicamente) passa in mano a Rodney Hood, che arriva a quota 20, accompagnato da un ottimo Tolliver. Portland va a riposo avanti di 11 lunghezze.
I Sixers tentano il rientro nel terzo periodo ma i Trail Blazers non ci stanno anche grazie ad un Lillard che segna in scioltezza da centrocampo.

Phila non molla e nell’ultimo quarto mette tutte le carte in tavola. I canestri pesanti portano la firma di Raul Neto, Josh Richardson e Ben Simmons. Ma quello più pesante, quasi sulla sirena, è di Furkan Korkmaz. Phila vince ancora e resta imbattuta. Bene Horford con 25 punti, 18+11+8 per Simmons.  dall’altra parte guidano Lillard con 33 e Hood con 25.

https://twitter.com/sixers/status/1190848537745149952

2 di 2Successivo
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Risultati NBA