Seguici su

Golden State Warriors

NBA, Steph Curry: “Il titolo è sempre il nostro obiettivo”

Per la prima volta, dalla stagione 2014/2015, i Golden State Warriors non sono i favoriti per il titolo di campioni

Stephen Curry

Cinque Finals consecutive, tre trionfi e due sconfitte. I Golden State Warriors hanno dominato, in lungo e largo, la scena NBA per cinque stagioni, dando vita ad uno dei migliori cicli di sempre. L’addio di Kevin Durant, passato ai Brooklyn Nets, quello di Iguodala ed il brutto infortunio di Klay Thompson sono gli eventi che hanno cambiato le carte in tavola e, adesso sembra giunto il momento di far spazio ad altre pretendenti.

Al via della stagione 2019/2020 gli Warriors non partiranno come favoriti per la vittoria dell’anello, ma il fuoco di un tre volte campione NBA non si spegne facilmente. Il fuoco di Steph Curry brucia ancora arduamente. Ai microfoni di Yahoo Sports, il numero 30 ha ricordato a tutti l’obiettivo di Golden State:

“Il titolo è sempre il nostro obiettivo, lo è sempre stato. Lo abbiamo già provato, ma spingeremo ancora per arrivarci di nuovo. È l’obiettivo. L’ambiente può essere cambiato internamente, ma stiamo sempre inseguendo lo stesso obiettivo.”

Curry ha sottolineato particolarmente l’importanza delle prime venti gare della stagione:

“Abbiamo sempre detto di focalizzarci sulle prime 20 partite, ma in questa stagione il significato non è più lo stesso. In passato, concentrarsi sulle prime 20 partite, significava soltanto rompere la monotonia delle 82 gare. Adesso è come se esse rappresentino un’urgenza. Dobbiamo partire con il piede giusto e creare una nuova identità, cercando sempre di divertirsi e di non curarsi di ciò che accade. Persino per me, che lo sto spiegando a voi, sarà difficile immaginare come sarà sul campo. Ogni giorno sarà nuovo, considerando tutto il successo che abbiamo avuto in passato. Ogni singolo giorno sarà estremamente importante, se vorremmo essere un team da playoff.”

Il sei volte All Star ha infine concluso:

“Quando Klay tornerà, quando arriveremo ai playoff e capiremo chi siamo, nessuno ci vorrà incontrarci. Credo che questo sia abbastanza ovvio.”

Gli Warriors non partiranno da favoriti, ma saranno comunque una delle squadre da battere.

LEGGI ANCHE:

NBA, Curry promuove gli Warriors: “Nuovi arrivi? Già capito come funziona qui”

NBA, Steve Kerr avverte: “Mai visto un Curry così forte!”

NBA, Klay Thompson sogna Tokyo 2020 insieme a Curry: “Sarebbe fantastico”

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors