Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, Durant stronca i Knicks: “Non sono più cool”

Il nuovo numero 7 dei Brooklyn Nets spara veleno sui cugini newyorkesi

Se dovessimo raccogliere tutte le dichiarazioni di Kevin Durant che creano scalpore, sugli scaffali di tutte le librerie del mondo comparirebbe un nuovo libro. L’ultima stoccata del pungente ex Golden State Warriors ha come soggetto i New York Knicks, franchigia più volte quotata come favorita per metterlo sotto contratto.

Il dieci volte All Star, alla fine, è approdato insieme a Kyrie Irving e DeAndre Jordan nell’altra franchigia di New York: i Brooklyn Nets. Al programma radiofonico Ebro in the Morning, ha confessato, seppur non esplicitamente, il motivo per cui ha scelto il roster capitanato da Kenny Atkinson, e non quello da David Fizdale :

“Credo che molti tifosi osservino i Knicks come un grande brand e aspettano che arrivino giocatori giovani, i quali, nella loro vita, non ricordano di aver visto i Knicks ad alti livelli. Io ho visto la franchigia alle Finals, ma i ragazzi nati dopo di me no. Ai loro occhi, il brand dei Knicks non è così cool come quello dei Golden State Warriors o dei Lakers. La cosa figa in questo momento, non sono i Knicks.”

I Knicks hanno disputato i Playoff solamente sei volte dalla stagione 1998/1999, anno in cui sono stati schiacciati nelle Finals dai San Antonio Spurs (4-1), e risiedono nei bassifondi della lega da anni. Forse, stavolta, Durant non ha tutti i torti.

LEGGI ANCHE:

NBA, Morris avverte: “I Knicks non si faranno mettere sotto da nessuno”

NBA, I Brooklyn Nets firmano Lance Thomas

NBA, ultime in casa Nets: nessun rientro previsto per KD, piccolo infortunio per Irving

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets