Seguici su

Primo Piano

La guida definitiva alle esultanze in stile NBA

Quindici esultanze di giocatori NBA applicate alla vita di tutti i giorni

La vita è stranissima. A volte è un susseguirsi di giorni piuttosto noiosi, mentre altre volte somiglia più a una sitcom americana dove tutto è perfetto e tutti si divertono. Per trovare un equilibrio fra le due cose, allora, bisogna saper cogliere ogni situazione vantaggiosa per noi nel migliore dei modi. È pensando a questo che ci è venuta in mente un’idea diversa dal solito: perché non reagiamo agli eventi della vita come se fossimo giocatori NBA che esultano dopo un canestro? È qualcosa che nessuno si aspetterebbe; poi sarebbe un sacco divertente.

Noi ci abbiamo provato davvero, e i risultati sono raccolti nei paragrafi seguenti, dove illustriamo le quindici esultanze perfette per rispondere agli eventi più disparati che viviamo nelle nostre vite. Sono ordinate in base ad un punteggio totale espresso in trentesimi, ottenuto attribuendo dieci punti ad ognuno dei seguenti tre aspetti:

  • quanta creatività è stata usata nell’ideare l’esultanza in questione;
  • quanta fiducia in sé stessi può trasparire nell’adottarla;
  • quanto si è al centro dell’attenzione mentre la si esegue.

Abbiamo poi aggiunto a quali giocatori fanno riferimento a inizio di ogni paragrafo e, come dicevamo prima, in quale situazione della vita quotidiana possono essere utilizzate. C’è poi una gif per ogni esultanza che le mostra nel dettaglio, così le potete imparare a memoria. Detto questo, vediamole insieme.

 

 

15. La telefonata

Da utilizzare se volete esultare come: Caron Butler

Fingere una telefonata è decisamente per gli amanti delle cose old school: belle, forse un po’ fuori moda, ma non importa perché in fondo hanno sempre il loro fascino. L’esultanza di Caron Butler dopo ogni canestro decisivo era infatti qualcosa di piuttosto semplice: avvicinava la mano all’orecchio, con pollice e mignolo mimava la cornetta di un telefono, poi fingeva una telefonata a un compagno seduto in panchina. Ideale per chi vuole esultare in modo pacato senza nascondere troppo la propria autostima.

Situazione della vita quotidiana in cui utilizzarla: Per mettere a tacere quel vostro amico che prende tutto come una sfida, nelle volte in cui l’avete vinta voi

Punti creatività: 7/10

Punti fiducia in sé stessi: 8/10

Punti centro dell’attenzione: 6/10

Punteggio totale: 21/30

 

Credits to thescore.com

LEGGI ANCHE: The Caron Butler Story

Precedente1 di 8
Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Primo Piano