Seguici su

L.A. Lakers

NBA, Kuzma sarà baciato dalla dea bendata?

Il draft è sempre più alle porte e i Lakers si affidano all’ala piccola.

Non essendo riuscito a dare soddisfazioni ai tifosi di LA in campo, chiudendo una stagione anonima con la mancata conquista dei Playoff, Kyle Kuzma proverà a rifarsi in sede di lotteria del Draft 2019.

I Lakers saranno rappresentati martedì 14 maggio a Chicago proprio dall’ala numero 0. Secondo le previsioni Los Angeles otterrà la scelta numero 11, con una possibilità del 9.4% di entrare nella top 4 ed il 2% di ottenere la prima scelta assoluta.

Nonostante gli acquisti di LeBron James, Lance Stephenson, Javal McGee e Tyson Chandler nella passata stagione, la franchigia della California tenterà di rafforzarsi ancora una volta con le scelte al Draft.

Alcune tra le più interessanti scelte fatte dai Lakers negli ultimi cinque anni sono: Julius Randle (New Orleans Pelicans) nel 2014, D’Angelo Russell (Brooklyn Nets) nel 2015, Larry Nance Jr (Cleveland Cavaliers) nel 2015, Brandon Ingram nel 2016 e Lonzo Ball nel 2017.

La franchigia della famiglia Buss dovrà essere pronta a tutto. Le chance di poter chiamare prospetti del calibro di Zion Williamson, RJ Barrett e Ja Morant non sono altissime ma esistono ugualmente. Più probabili sono invece nomi come Darius Garland, Cam Reddish, Jarrett Culver, Coby White o De’Andre Hunter.

Se in estate non ci saranno cambiamenti radicali, i Lakers si troveranno ad affrontare la stagione 2019-2020 con un roster molto giovane e con la possibilità di firmare un Free Agent di alto livello visto lo spazio salariale di cui dispongono. Senza dimenticare l’apporto di LeBron che vorrà sicuramente riportare, dopo sei stagioni di assenza, la sponda gialloviola di Los Angeles ai Playoff.

Se Kuzma sarà baciato dalla dea bendata si scoprirà soltanto martedì 14, per il momento i tifosi della città degli angeli incrociano le dita e si augurano di poter consegnare al General Manager Pelinka una scelta interessante. L’attesa per un evento che spesso è destinato a segnare il destino dell’ intero anno di una franchigia continua ad aumentare.

LEGGI ANCHE:

NBA, Raptors vs Sixers: le dichiarazioni dei protagonisti

NBA, Luka Doncic: trovatene un altro così

NBA, La “nuova” Las Vegas di Lamar Odom

 

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in L.A. Lakers