Seguici su

Brooklyn Nets

NBA, D’Angelo Russell trovato in possesso di marijuana

Il numero 1 dei Brooklyn Nets, trovato in possesso di marijuana, è nuovamente nei guai. E stavolta potrebbe costargli cara

La crescita tecnica e mentale del ventitreenne D’Angelo Russell sembrava procedere a gonfie vele, a tal punto che dietro l’angolo lo stava aspettando un possibile maxi contratto da 150 milioni di dollari complessivi. Tuttavia, l’ultimo scivolone dell’ex LA Lakers potrebbe far ricredere le numerose franchigie che lo inseguono e, quindi, far evaporare questo possibile contratto da urlo.

Il numero 1 dei Brooklyn Nets è stato trovato in possesso di marijuana all’aeroporto di LaGuardia, come un portavoce dell’Autorità Portuale di New York e New Jersey ha raccontato a USA TODAY Sports. D’Angelo Russell stava per salire su un volo che lo avrebbe portato a Louisville quando è stato fermato per quelle che sembravano essere delle bustine di tè Arizona; dopo ulteriori controlli gli agenti hanno scoperto una tasca nascosta che conteneva marijuana. Trattandosi di una quantità inferiore a 50 grammi, l’All Star ha ricevuto soltanto una citazione a corte che può trasformarsi in una multa di 100 dollari o anche meno.

Questo episodio rischia di costare l’ingresso nel cosiddetto “programma marijuana” della NBA, per il recupero (in caso di seconda violazione si è sanzionati con 25.000 dollari di multa e la terza prevede la sospensione). D’Angelo Russell rischia però di perdere la fiducia della sua società la quale aveva puntato tutto su di lui, dopo che era stato emarginato dallo spogliatoio dei Lakers a causa della registrazione, di nascosto, e poi pubblicazione di un dialogo con un compagno di squadra nel quale questi ammetteva i tradimenti all’allora fidanzata. E come se non bastasse, potrebbe perdere l’opportunità di accasarsi in una franchigia più forte ed in grado di offrigli un contratto galattico che durante questa stagione si sarebbe anche meritato: Russell ha concluso la sua stagione con una media di 21.1 punti e 7 assist.

 

LEGGI ANCHE:

La Mostra “NBA Crossover” torna a Milano tra il 31 maggio e il 2 giugno

Playoff NBA: troppo Embiid per i Raptors, i Sixers si portano sul 2-1

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Brooklyn Nets