Seguici su

Golden State Warriors

NBA, strappo al quadricipite confermato per DeMarcus Cousins, stagione finita?

Non sono ancora stati comunicati i tempi di recupero

DeMarcus Cousins

La stagione di DeMarcus Cousins ​​è probabilmente terminata proprio ai nastri di partenza della fase più importante.

Come annunciato infatti dall’equipe medica al termine della risonanza magnetica, al centro dei Golden State Warriors è stato diagnosticato lo strappo del quadricipite sinistro.

Un infortunio di tale entità metterà quindi la parola fine al resto della postseason di DeMarcus Cousins, anche se attualmente non sembra essere previsto che tale casistica richieda un intervento chirurgico.

I medici stanno lavorando per determinare la gravità della lesione, che consentirà loro di valutare al meglio i tempi di recupero per il giocatore.

Prima di firmare con i Golden State Warriors, DeMarcus Cousins ​​aveva subito uno strappo del tendine d’Achille nel gennaio 2018 durante la sua parentesi con i New Orleans Pelicans.

Dopo un periodo di riabilitazione che lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco per quasi un intero anno, il giocatore era tornato in azione lo scorso gennaio, raccogliendo una trentina di gare della regular season con la casacca dei campioni in carica, con i quali  aveva firmato nel corso dell’estate un contratto di un anno.

Il quattro volte All-Star il prossimo luglio diverrà, per la seconda estate consecutiva, nuovamente free agent, ma potrebbe trovare difficoltà a trovare delle pretendenti disposte a impegnarsi al massimo salariale vista a seconda della gravità dell’infortunio e dalla sua capacità effettiva di rientrare a pieno ritmo.

Nella stagione del suo rientro dall’infortunio al tendine d’Achille, DeMarcus Cousins ha collezionato una media di 16 punti e 8 rimbalzi in 25 minuti a partita.

 

Leggi anche:

NBA, Kevin Durant sogna che gli Warriors ritirino la sua casacca

NBA Hornets, Biyombo esercita la player option

Zion Williamson si dichiara eleggibile per il Draft NBA 2019

Commento

Commento

  1. Giorgio

    17/04/2019 15:43

    E’ sempre un peccato quando un campione si infortuna, ma fa parte del gioco.
    Molte squadre in questi anni sono state più sfortunate degli Warriors, che invece hanno quasi sempre avuto i loro migliori giocatori al top nei momenti più importanti della postseason.
    Ora Golden State avrà probabilmente qualche difficoltà contro i centri avversari, come ne ha avute all’inizio della regular season, ma resta la favorita numero 1.
    Cousins è in un momento sfortunato della sua carriera, perchè per un centro grosso come lui, con due infortuni gravi così vicini, mentre si avvicina ai 30 anni, sono una mazzata enorme.
    Secondo me l’anno prossimo però un’altra buona possibilità gliela daranno i Lakers di Lebron, ma è difficile che gli offriranno un contratto più lungo di un anno.
    Tornerà al top secondo me, non è un giocatore che ha bisogno di correre e saltare più di tanto per essere determinante.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Advertisement
Advertisement

Altri in Golden State Warriors