Seguici su

News NBA

NBA, Wall: “Ho giocato sugli infortuni per tutta la mia carriera, è il momento di riposare”

Wall sta vivendo quello che è probabilmente uno dei momenti più difficili di tutta la carriera, dopo essersi rotto il tendine d’Achille

John Wall ha una storia fatta di partite giocate sul dolore fisico per via degli infortuni. Dopo la terribile notizia della rottura del tendine d’Achille, che lo costringerà a saltare gran parte della prossima stagione, il play degli Wizards ha individuato chiaramente l’approccio da adottare:

“Penso che Dio voglia dirmi qualcosa. Devo riposarmi e recuperare al meglio. Ho giocato sugli infortuni per tutta la mia carriera. Conosco un sacco di gente che lo fa. Se qualcosa dà solo fastidio e non è rotta, allora voglio giocare. Credo che alla fine mi si sia ritorto contro”

Lungo recupero

Wall era già out for the season per via dell’operazione che ha risolto definitivamente un problema al tallone. La rottura del tendine è stata scoperta da un dottore durante una visita per curare un’infezione che aveva colpito la ferita dell’operazione.

“Non volevo dargli ascolto. Tuttavia sono contento che sia accaduto ora e non a recupero già inoltrato, quando sarei stato in grado di rientrare in campo”

Il numero 2 è comunque ottimista e non perde le speranze:

“Tutte le persone che non credono in me, che dicono ‘Non tornerai più in campo’, non fanno altro che motivarmi ulteriormente. 

“Avevo capito di avere un’infezione e, quando ho smesso con gli antibiotici, ho capito che qualcosa non andava comunque. Sono scivolato, ma non credo che quella sia la ragione principale. Il dolore era ancora lo stesso”

Leggi anche:

Tobias Harris e il debutto in maglia Sixers: “Non potevo chiedere di meglio”

Anthony Davis sui fischi: “È stato imbarazzante”

Risultati della notte

Clicca per commentare

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Altri in News NBA